MELOG Il piacere del dubbio


Tags (categorie): Politica
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]
Il focus di questa nuova edizione di Melog è il dubbio: se quella che stiamo vivendo è l'epoca della post verità, delle idee urlate, delle certezze "contro", delle controverità alternative, dei verdetti inappellabili, è anche l'epoca della scomparsa del dubbio. Melog proverà a scardinare tutti i giorni i postulati più ferrei del "flusso" social-mediatico con le sue domande e le sue provocazioni che porremo ogni volta agli italiani in ascolto.
Autore: Radio 24
Ultimo episodio: 13/09/19 13:01
Aggiornamento: 16/09/19 8:10 (Aggiorna adesso)
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 13/09/2019: Meditate, gente...
Contro lo stress, contro la frenesia e il rumore assordante del quotidiano, alla riscoperta del nostro io più profondo, in simbiosi con madre natura, respirando al ritmo silente della vita e del cosmo e l'universo.. ecco le nuove pratiche newage per chi cerca la rigenerazione fisica e spirituale. Dalla meditazione ayoga ai massaggi ayurvedici, nella puntata di oggi passeremo in rassegna le proposte di ritiri rigenerativi con la giornalista Valeria Montebello.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 12/09/2019: Quei 209 milioni che aspettano
Sono lì, belli, fruscianti, 209 milioni a disposizione del vincitore del superenalotto di agosto con il più alto montepremi di sempre. Ma un mese è passato e alla riscossione ancora non si è presentato nessuno. Perché? Cosa è successo? Quali imprevedibili incidenti possono essere capitati al possessore del biglietto? O si tratta di strategia? Chi potrebbere essere costui? Tutte le ipotesi sono aperte. Vediamo cosa ne pensano i nostri ascoltatori
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 11/09/2019: The show... go on
Che la politica e soprattutto la comunicazione politica si siano completamente trasformate negli ultimi 30 anni è cosa evidente. Ma negli ultimi tempi è come se questo processo avesse subito un'accelerazione, con la spettacolarizzazione che coinvolge tutti i politici anche quando ricoprono ruoli istituzionali. Ne parliamo con Luigi Di Gregorio, docente di Comunicazione pubblica, politica e sfera digitale.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 10/09/2019: Insieme a letto e a tavola
Il programma mattutino di Raiuno La prova del cuoco inaugurerà una rubrica dedicata alle ricette originali per cani preparate in diretta da un dogchef. E recenti inchieste confermano che sono sempre di più gli umani che amano dormire col proprio cane. Insomma: la condivisione a sei zampe della vita sembra essere ormai non solo una scelta eccentrica ma il principale modo interazione tra umani e animali domestici. Raccogliamo testimonianze in diretta a sostegno di questa tesi.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 09/09/2019: Lui è un criminale però ...
Se si cerca un filo conduttore in recenti episodi di cronaca che hanno al centro il femminicidio, emerge ancora una volta un atteggiamento che, seppure in modo non esplicito, tende a dare una sorta di spiegazione dei fatti in ragione di una emotività non controllata e sotto sotto provocata dal comportamento della donna. Un atteggiamento a quanto pare diffuso anche tra i media e su cui vogliamo interrogare il nostro pubblico.
Secondo voi una donna può interrompere una qualsiasi forma di relazione con un uomo in qualsiasi momento senza dover giustificare il suo rifiuto?
Oppure pensate che "certo quell l'uomo ha commesso un crimine ma in fondo però ...:
Chiamate ora al'800240024 e diteci in quale di queste 3 posizioni vi riconoscete:
1 - Il femminicidio è un crimine commesso da un uomo che è il carnefice e la donna che è la vittima, e come tale va giudicato senza nessuna possibili giustificazioni legata all'eccesso d'amore o alle frustrazioni sentimentali di
chi uccide.
2 – Gli uomini che uccidono le donne sono certamente dei criminali ma bisogna anche ammettere che manifestazioni di gelosia e di possesso da parte dei maschi sono troppo spesso accettati o addirittura alimentati dalle donne.
3 – Tutta questa attenzione per i femminicidi e nessuno che parli di quanto gli uomini subiscono dalle donne, come al solito in Italia si interpreta la realtà solo a senso unico
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 06/09/2019: L'hamburger senza carne che sa di carne
Non è l'hamburger vegano ma è un hamburger che ha l'aspetto di quello classico di carne e soprattutto ne ha lo stesso sapore, pur avendo ingredienti vegetali. Arrivato dall'America si vende anche in Italia con un certo successo e tanta curiosità. Ne parliamo con Andrea Magelli, che nella sua catena di ristoranti italiani lo propone nel menù.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 05/09/2019: Una destra moderna
Quante volte abbiamo sentito ripetere da politici e sociologi che destra e sinistra non esistono più, che oggi le ideologie novecentesche sono ormai tramontate? Eppure quando si tratta di fare scelte, in politica e non solo, si agisce sempre muovendo da principi, da idee che ci guidano nel nostro modo di guardare il mondo e la società in cui viviamo e che sono ereditate dal passato. Come si devono ridefinire le parti politiche che in quelle idee e movimenti hanno le radici? Filippo Rossi, giornalista e saggista, ha scritto un Manifesto per una buona destra, che ci presenta in anteprima.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 04/09/2019: Lo giuro!
Un nuovo, solenne giuramento di fedeltà alla Costituzione si profila in giornata. Ma quale è il senso del giurare oggi? Chiediamo ai nostri ascoltatori di raccontarci se, quando e su cosa hanno giurato.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 03/09/2019: I feticci della vostra estate
Per quanto ogni anno ognuno di noi si riprometta di non portarsi più superflui e orrendi souvenir dai luoghi di vacanza o dalle nostre mete di viaggio che alla fine sono destinati ad essere buttati in cantina, alla fine quando rientriamo a casa e svuotiamo le valigie, gli infami ricordini spuntano sempre fuori. Oggi vi invitiamo a raccontarci che cosa avete avuto il coraggio di riportarvi a casa questa estate.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 02/09/2019: La scala Demofilo: quanto vi sentite parte del popolo?
La parola POPOLO l'abbiamo sentito nominare decine di volte al giorno e da tutti, continuamente. Questa è stata indubbiamente l'estate del popolo: il popolo sovrano, l'avvocato del popolo, il popolo tradito, il popolo della rete, il popolo in piazza, la voce del popolo, il populismo...ma chi è il popolo? Oggi vogliamo sapere dai nostri ascoltatori quanto si sentono parte parte del popolo. E per farlo abbiamo approntato la scala Demofilo, articolata in 10 gusti o comportamenti:



1 - La vostra vacanza ideale è stare nei villaggi turistici, in mezzo a tanta gente tra aperitivi e animatori.

2 - L'automobile è la vostra seconda casa.

3 - Il vostro tempo libero lo passate volentieri al centro commerciale.

4 - Vi commuovete a sentire l'inno nazionale prima delle partite.

5 - Il vostro mito erotico femminile è Belen, quello maschile Cristiano Ronaldo.

6 - Vi piacciono sempre i cinepanettoni e film con Alvaro Vitali e Lino Banfi.

7 - Le feste si passano tutte in famiglia.

8 - Aristorante si deve mangiare tanto e pagare poco.

9 - Amate i tatuaggi, ne avete almeno uno al polpaccio.

10 - Postate sui social foto di cuccioli e tramonti.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 18/07/2019: Social senza like?
Instagram annuncia che anche in Italia si avvierà la sperimentazione di una nuova versione del social che prevede la "sparizione" dei like dalle foto, con l'idea dichiarata di liberare gli utenti dall'ossessione di ottenere consenso solo attraverso i "mi piace". Sembrerebbe che dietro questo test ci sia l'intenzione di spostare su altri elementi interattivi la performatività di un account, con tutto quel che questo comporta per l'aspetto commerciale di Instagram. Cerchiamo di capirne qualcosa con Vincenzo Cosenza, Responsabile marketing di Buzzoole, piattaforma di influencer marketing.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 17/07/2019: L'evasione di M49
L'Italia è divisa sulle sorti dell'orso M49 evaso dal Centro Casteller a sud di Trento, dove era stato condotto dopo la sua cattura. L'abile plantigrado è riuscito a superare una recinzione elettrificata che può dare scosse da 7.000 volt e una barriera metallica alta quasi 4 metri.
Politici, esperti ed animalisti sono divisi sul da farsi. Quale è secondo voi la strategia da attuare?
Questa la domanda che rivolgiamo ai nostri ascoltatori chiedendo loro di schierarsi tra:



1 - Fucilieri rimozionisti. L'orso M49 è una belva feroce e va eliminato con armi di grosso calibro perché rappresenta una minaccia per la popolazione e gli agricoltori.



2 - Catturisti non violenti. L'orso va catturato con mezzi non cruenti, come reti, narcotici e orsa in calore e poi ricondotto in un area con una recinzione più sicura.



3 - Anarco Papillonisti. M49 si è guadagnato la libertà fuggendo con scaltrezza e coraggio da un enitenziario di massima sicurezza. Giusto lasciarlo a questo punto libero, siamo noi che dobbiamo imparaere a conviverci.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 12/07/2019: Vite rubate in 30 secondi
Le vite narrate dagli ascoltatori nel nostro confessionale radiofonico, in una forma di elaborazione del proprio vissuto personale, privato, raccontato in 30 secondi.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 11/07/2019: Il web dell'assurdo e di successo
Quando li vediamo rimaniamo scioccati, stupiti, increduli, oppure sghignazziamo per quel sottile senso di superiorità che inevitabilmente proviamo. Youtuber che mangiano di tutto, nudi, davanti a una webcam, che passano il tempo a spacchettare scatoloni o a creare suoni narcolettici. Ma se consideriamo i milioni di visualizzazioni che si procurano forse ci stupiamo di meno. Proviamo a capirci qualcosa con l'aiuto di Valeria Montebello, giornalista e indagatrice di fenomeni social estremi.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 10/07/2019: Come sono cambiate le adolescenti italiane?
L'adolescenza, si sa, è uno snodo fondamentale per la costruzione dell'identità individuale, ma anche una importante prospettiva per capire in quale direzione si sta trasformando un'intera società. Assumiamo questo punto di vista oggi con gli psicologi Gustavo Pietropolli Charmet e Roberta Spiniello, che hanno pubblicato insieme al loro gruppo di ricerca i risultati di anni di esperienza di lavoro con le adolescenti italiane.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 09/07/2019: Macchine pensanti
Facciamo oggi il punto sull'evoluzione tecnologica, sulle implicazioni etiche e sugli scenari del prossimo futuro legati all'intelligenza artificiale.
Intervengono Chiara Sottocorona, giornalista e saggista, e Emil Abirascid, giornalista esperto di startup e innovazione.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 08/07/2019: La rete misogina
Perché nei social e in generale nel web le forme di manifestazione di maschilismo e di misoginia prendono piede così facilmente? Quanto e perché è diffuso l'odio per le donne in rete? A queste domande rispondono Fiorenzo Pilla, Analista formatore, Rossella Dolce, psicologa, e Valeria Montebello, giornalista.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 05/07/2019: Libri infami per baci infami
Arriva domani la giornata mondiale del bacio e noi la celebriamo in anticipo celebrando i baci infami dei nostri ascoltatori. In cambio, a titolo di risarcimento, un libro infame in omaggio per refrigeranti letture estive sotto l'ombrellone.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 04/07/2019: Invito a cena con seduzione
Con l'estate arrivano nuove possibilità di incontri, amicizie e conoscenze. Quale è il primo appuntamento da dare a una persona che ci interessa? L'invito a cena è un antico rito che oggi per molti può apparire superato ma rimane un grande classico, e continua a sopravvivere nell'immaginario femminile come gesto galante e romantico. Ma perché condividere il momento di un pasto se si vuole fare colpo? Perché masticare davanti a un semisconosciuto dovrebbe essere seduttivo.
Lanciamo questa provocazione agli ascoltatori.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 03/07/2019: L'Italia senza gli Italiani
L'Istat comunica che in Italia aumenta il calo delle nascite, gli italiani fanno sempre meno figli e sono scesi a 55 milioni, compensati dai 5 milioni di stranieri. Chiediamo agli ascoltatori se questa tendenza li inquieta o li lascia indifferenti, schierandosi tra queste tre categorie:



1 - Calonascisti catastrofisti. Il calo delle nascite di italiani è una minaccia per il nostro futuro. È triste vedere una nazione fatta di soli vecchi senza figli e nipoti. E chi pagherà le nostre pensioni?



2 - antisovrappopolisti globali. Sul pianeta siamo 7 miliardi non è certo un probelma se nel mondo ci sono 250.000 italiani in meno.anzi, diamo un contributo concreto per combattere la sovrappopolazione.



3 - Demoindifferenti compensazionisti. Non è così grave se gli Italiani fanno sempre meno figli. Tanto ci sono gli stranieri che compensano le nascite, e poi i vecchi italiani hanno la pelle dura e sapranno cavarsela.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 02/07/2019: Viaggi disastrosi in 30 secondi
Un traghetto per Catania partito nella notte da Salerno è rimasto fermo in mare aperto per ore con i passeggeri al buio e senza accesso ai bagni. Dopo anni magari ci si ride su, ma quando le abbiamo vissute certe disavventure di viaggio è stato un incubo. Tutti abbiamo passato almeno una vacanza disastrosa, oggi invitiamo i nostri ascoltatori a raccontarla, in 30 secondi.
MELOG Il piacere del dubbio del giorno 01/07/2019: Ostentatori di felicità: happycracy
È il primo luglio, si inaugura una nuova stagione di viaggi e vacanze. I social cominciano a traboccare di foto in cui vediamo gente gaudente con cocktail in mano, corpi sdraiati a bordo piscina, sotto le palme, romanticamente di spalle davanti a orizzonti blu.
Si chiama Happycracy, la dittatura della felicità, o meglio la dittatura di voler comunicare una condizione di felicità agli altri. Perché tendiamo a mostrare, spesso in modo forzato, questa condizioie di pseudofelicità?


Oggi chiediamo agli ascoltatori di dicrci quanto sono soggetti all'Happycracy, schierandosi tra:



1- Ostentatori Felicisti. Ma che c'è di male a mostrarsi contenti, in posti belli? Ne guadagna l'amor proprio e la considerazione sociale, inutile fare gli ipocriti: se una nostra foto fa rodere il fegato di qualche invidioso non guasta, anzi.



2 - Sobri antifelicisti. È decisamente di cattivo gusto fare sfoggio delle nostre gioie e del nostro divertimento, soprattutto sui social, sia perché sembra troppo spesso artifcioso e forzato, sia per rispetto di chi è in situazione di disagio.



3 - Felicisti bilancisti. Si possono mostrare foto che raccontano i nostri momenti di felicità solo se abbiamo il coraggio di condividere anche quelle che rappresentano i momenti no in cui appariamo più sfigati.

I commenti sono chiusi