Tutti Convocati


Tags (categorie): Politica, Fantascienza, Zanzara
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]

Con Carlo Genta e Pierluigi Pardo, lo sport appassiona e diverte. Le voci e i suoni del calcio. Una lettura ironica e coinvolgente degli avvenimenti dell'attualità sportiva, senza fanatismi e senza tecnicismi. Commenti, interviste e soprattutto il dibattito con gli ascoltatori, che sono tutti convocati. E' come andare al bar sport: fra una risata, un commento, lo sport con Genta e Pardo è per tutti.
E alla domenica, dopo le partite Tutti Convocati Weekend, condotto da Giovanni Capuano, con la partecipazione dell'immancabile Pierluigi Pardo per commentare insieme agli ascoltatori un rigore mancato, un gol rubato e un risultato con il cuore di chi la passione la vive, la racconta e ci gioca. Con imitazioni, tic, smorfie, scherzi da spogliatoio e ironia irriverente. L'unico programma in diretta sul calcio a partite appena finite, in cui da casa o dallo stadio gli ascoltatori possono dire la loro perché sono sempre convocati.
Autore: Radio 24
Ultimo episodio: 21/01/22 15:08
Aggiornamento: 22/01/22 10:10 (Aggiorna adesso)
L'alba di Berrettini
Gli appassionati si sono svegliati presto questa mattina, ma ne è valsa la pena per vedere un grande Berrettini, agli Australian Open, battere in cinque set e più di quattro ore di gioco il nuovo bimbo prodigio del tennis spagnolo Alcaraz. Commentiamo il match del nostro Matteo insieme a Paolo Bertolucci.


Girano voci di un assalto già a gennaio della Juve su Vlahovic...in attesa di capire se sarà vero, noi chiacchieriamo con Nando Orsi che domenica commenterà per Sky proprio la Fiorentina del bomber oggetto degli interessi di mezza Europa.


Infine, è il momento della Coppa d'Africa e della Copa del Rey con Filippo Maria Ricci.
God Blessin Genoa
Pensavamo che l'Empoli sarebbe stata la sorpresissima dei quarti di Coppa Italia, ma solo fino al 91' quando Ranocchia riacciuffa la partita con una prodezza e la manda ai supplementari. Al 3-2 poi ci pensa un Sensi con la valigia in mano, direzione Samp. Inzaghi ringrazia e vola ai quarti. Ne parliamo con Franco Ordine e Fabrizio Biasin.


La sorpresa vera ieri sera l'ha fatta il Genoa, ingaggiando come nuovo allenatore il tedesco Blessin, fino a ieri praticamente uno sconosciuto. Sentiamo cosa ne pensa il tifoso rossoblu Carlo Pernat.


L' appena uscita in Italia, edita da Rizzoli, "Unguarded" la controversa biografia di Scottie Pippen che tira delle bordate mica da ridere all'ex compagno Jordan e all'ex allenatore Jackson. E in America come è stato accolto questo libro? Lo chiediamo al nostro corrispondente Simone Sandri.
Genova in crisi
Si fa ancora un gran parlare di Milan-Spezia e dell'errore dell'arbitro Serra. Nel frattempo però, si gioca la Coppa Italia con Juve e Lazio che vanno avanti nella competizione. Di tutto questo parliamo con Massimo Mauro.



"Non c'è solo Dybala. A febbraio parleremo con tutti per i rinnovi". Parola di Maurizio Arrivabene, ad della Juventus che torna così sul caso Dybala che infiamma i discorsi di mercato. Il punto della situazione su Juve e non solo con Luca Marchetti, della squadra Sky calciomercato.


Dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia di ieri sera ad opera della Juve, la Samp riabbraccia Giampaolo sperando di uscire dalla crisi. Una crisi forse ancora più nera per l'altra parte di Genova, quella rossoblu che, ad oggi, non ha ancora un allenatore dopo l'esonero di Shevchenko. Con Roberto Perrone analizziamo i guai delle genovesi.


Infine, uno sguardo agli Australian Open con Stefano Semeraro, direttore de "Il tennis italiano": Giorgi, Sonego e Berrettini avanzano al terzo turno.
Milan, che SERRAtaccia!
L'errore clamoroso dell'arbitro Serra e la beffa del 2-1 dello Spezia in contropiede: una brutta serata per il Milan che manca l'occasione del sorpasso sull'Inter. Ne parliamo con l'ex fischietto Luca Marelli, il tifoso rossonero Carlo Pellegatti e Marco Parolo che ieri ha commentato Milan-Spezia per DAZN con Pierluigi Pardo.



Saranno delle belle giornate per l'interista Leo Turrini che, si sicuro, sarà già alla ricerca delle figurine della sua Beneamata: la scorsa settimana è stata infatti presentata la Collezione Calciatori Panini 2021-22 con le novità che oggi ci racconta Antonio Allegra, direttore Mercato Italia Panini.
Atalanta-Inter, belli senza gol
Non fatevi ingannare dallo 0-0 perchè le squadre di Gasperini e Inzaghi hanno regalato un discreto spettacolo in quanto a intensità e occasioni. Occasioni anche chiare, ma vanificate da due grandi portieri, Musso e Handanovic. Così, un punto a testa e oggi pomeriggio il Milan può prendersi la testa della classifica con una vittoria sullo Spezia, sempre in attesa che venga recuperata Bologna-Inter. Di tutto questo e molto altro parliamo con Paolo Condò.



Anche il Napoli aspetta di scendere in campo alle 18:30 contro il Bologna, ritrovando Osimen almeno per la panchina. Fa discutere però un insolito tweet di complimenti a Inter e Atalanta per la bella partita disputata. Convocati i maliziosi e Massimiliano Gallo, direttore de Il Napolista.


Mentre Djokovic torna a Belgrado, partono gli Australian Open veri e propri, con le prime sentenze per gli italiani in gara: out Fognini e Caruso, ok Sonego e Berrettini, in attesa di Sinner. Il punto con Vincenzo Martucci.
Sguardo ad un amico
Dopo il gol, Dybala ha rivolto il proprio sguardo con aria di sfida cercando la dirigenza della Juventus, nonostante l'argentino abbia scherzato nel post partita sostenendo che stesse cercando un amico in tribuna. Parliamo dell'intricata situazione relativa al rinnovo della Joya insieme a due convocati: Max Nerozzi, firma del Corriere della Sera, e Massimo Zampini, giornalista di fede bianconera.


Convocato mister Gigi De Canio, con cui commentiamo i temi caldi del weekend di campionato, che vedono la super sfida tra Atalanta ed Inter, con Milan e Napoli che scenderanno in campo domani sera.


La sentenza di espulsione di Novak Djokovic da parte del governo federale australiano pone fine ancor prima di iniziare all'avventura del serbo agli Australian Open 2022: convocato l'ex tennista Paolo Bertolucci.


Nel posticipo di questa sera all'Atleti Azzurri D'Italia ci si gioca una fetta di tricolore: convocati il cantante Roby Facchinetti, grande tifoso della Dea, e Ciccio Colonnese, ex difensore della Beneamata.


I rossoneri scendono in campo domani sera contro lo Spezia, che l'anno scorso è stata la peggior partita della squadra di Pioli: convocato Carlo Pellegatti, cantore delle gesta del Diavolo per eccellenza.


In chiusura, consueto appuntamento con Luca Marelli per Var Anatomy, per commentare le decisioni arbitrali più discusse della 22° giornata di campionato. 
Dalla Supercoppa alla Coppa Italia
Dopo il primo trofeo stagionale assegnato all'Inter, va avanti anche l'altra competizione nazionale: si sta infatti definendo il tabellone dei quarti di finale di Coppa Italia che ieri sera ha visto in campo Milan-Genoa Napoli-Fiorentina. Il Diavolo elimina il Grifone mettendo ulteriormente nei guai l'ex Sheva, già in bilico per i risultati non entusiasmanti della squadra. A sorpresa invece, la Fiorentina dimentica il 4-0 col Torino ed elimina il Napoli di Spalletti con un rocambolesco 5-2 al Maradona. Di tutto questo parliamo con Franco Ordine e Andrea Agostinelli.


Convocato Capitan Nicolò Melli dopo la grande vittoria dell'Olimpia Milano a Barcellona, in Eurolega.


Chiudiamo con Stefano Meloccaro per un aggiornamento sull'affaire Djokovic: annullato il visto, ora Nole aspetta l'esito dell'ultimo ricorso possibile per poter giocare gli Australian Open.
Supercoppe Maravillas
È stata la serata della Supercoppa per Italia e Spagna. Partiamo dagli affari italiani: in caso a qualcuno non fosse ancora chiaro, l'era Juve è finita ed è iniziata quella dell'Inter. Per la verità, la squadra di Allegri, seppur con assenze importanti, ha tenuto botta contro un avversario chiaramente superiore per 120 minuti. Questo, fino a quando Alex Sandro non ha deciso di stoppare di petto una palla davanti alla porta regalandola al Nino Maravilla Sanchez che, dopo il 2-1 della vittoria, ci ha tenuto a puntualizzare che i campioni leoni come lui dovrebbero giocare sempre... capito Amigo Inzaghi? Intanto a Simone riesce ancora l'impresa contro la Juve e si regala il primo trofeo in nerazzurro. Ne parliamo con i tifosi Michele Dalai e Massimo Zampini.
Con Filippo Maria Ricci invece, andiamo sulla Supercoppa di Spagna, guardacaso un Clasico tra Barcellona e Real Madrid: la semifinale finisce 3-2 per i Blancos a Riyad. Questa sera la seconda semifinale tra Atletico Madrid e Atletic Bilbao per decidere gli avversari di Ancelotti nella finale di domenica. 
La Supercoppa dei favoriti
Che il favore dei pronostici sia dalla parte dell'Inter è chiaro a tutti. Che dare per morta la Juventus sia un errore è altrettanto chiaro. La Supercoppa più italiana che mai, visto che si gioca a San Siro e non in Arabia Saudita, si assegna stasera e ci dirà se anche questa stagione parla nerazzurro o c'è spazio per variazioni sul tema. La Juventus è la quinta forza del campionato adesso e, oggi, è indebolita dalle assenze di Cuadrado, De Ligt, Dybala non ancora al top e Chiesa perso per tutta la stagione. Il problema assenze è ignoto in casa Inter e questa è la sua forza, oltre ad un allenatore che pare aver "liberato" i suoi giocatori da schemi e concetti, ridandogli il piacere del gioco, per loro stessa ammissione. Entriamo in clima partita con Claudio Cerasa, direttore del Foglio e tifoso interista, e con Stefano Sorrentino, ex portiere, oggi commentatore Mediaset.


Sembrava una finale, almeno per protagonisti ed emozioni, anche quella che si è disputata ieri sera in Eurolega tra Barcellona e Olimpia Milano: la squadra di Messina si impone per 75 a 73 e ora si prepara ad affrontare un calendario intasato dai recuperi delle partite saltate a dicembre. Di questo e molto altro parliamo con Roberto De Ponti, direttore del Corriere fiorentino e grande esperto di palla a spicchi.
Juve underdog
Primo convocato di oggi è Guido Vaciago di Tuttosport che ci racconta di una conferenza stampa di vigilia di Supercoppa Italiana in cui Chiellini e Allegri hanno mantenuto il profilo basso dei non favoriti per la partita di domani a San Siro. Andiamo poi in Inghilterra da Gabriele Marcotti del Corsport per un confronto Serie A - Premier League per quanto riguarda la gestione dei calendari nell'emergenza covid.


Anche nel 2022 ritroviamo Leo Turrini sulla Pero-Cormano. Oggi gli facciamo compagnia con Paolo Bertolucci che ci dice la sua sul caso Djokovic - Australian Open e con Federico Tondelli, giornalista al seguito della Parigi-Dakar che ci racconta le prime tappe del rally.
Milano domina, Roma soffre
Un'Inter solidissima vince a San Siro con la Lazio grazie ai gol dei suoi difensori Bastoni e Skriniar. Il Milan tiene botta vincendo agevolmente contro il Venezia. Non va meglio sulla sponda giallorossa del Tevere: da essere in vantaggio 3-1, la Roma si ritrova in pochi minuti sul 3-4, vantaggio poi sigillato dall'ex Szczesny che para un rigore a Pellegrini. La Juve ritrova quindi la vittoria, ma perde Federico Chiesa: crociato ko e stagione finita per l'azzurro. Di tutto questo parliamo col vicedirettore della Gazzetta dello sport Andrea Di Caro. Con Jacopo Savelli invece torniamo sul "colapso" (cit. Mourinho) della Roma e sulle dure dichiarazioni dello Special One a fine partita sulla sua rosa di giocatori.


Seguiamo l'evoluzione del caso Djokovic: il serbo ha infatti vinto in appello il ricorso contro la cancellazione del visto di ingresso in Australia, cosa che lo riammetterebbe agli Australian Open. Il ministro dell'immigrazione australiano potrebbe però ancora ribaltare tutto nella giornata di domani. Il commento dell'editorialista del Corriere Marco Imarisio sull'assurda vicenda del tennista numero uno al mondo.
Si va avanti, ma si torna indietro
Il Milan vince a Venezia e torna momentaneamente in testa alla classifica: convocato l'ex portiere rossonero Mario Ielpo.


Convocato anche Massimo Paganin, che ha vestito in passato la maglia dell'Inter, per commentare il duello Scudetto in cui i nerazzurri sono chiamati a rispondere ai cugini, vincendo nella sfida di questa sera contro la Lazio.


Tra pochi minuti inizia anche un Roma-Juventus che significa tantissimo soprattutto per la Vecchia Signora in chiave rincorsa Champions: convocato il tifoso bianconero Alessandro Allara.


La Lega Serie A è stata "costretta" a ridurre a 5000 spettatori la capienza per le prossime due giornate di campionato: con Marco Bellinazzo, firma de Il Sole 24 Ore, commentiamo cosa significhi dal punto di vista economico per i club.


Il calciomercato è iniziato ufficialmente da una settimana: convocato Sandro Sabatini di SportMediaset per raccontarci gli ultimi sviluppi.


In chiusura, continua a tenere banco il caso Djokovic, con il tribunale
Serie Asl a parte, parliamo di chi ieri è sceso effettivamente in campo
Serie Asl a parte, parliamo di chi ieri è sceso effettivamente in campo. Juve e Roma trovano il carbone nella calza della Befana. I giallorossi soccombono contro il Milan giocando una brutta partita. La Juve riesce a rimontare lo svantaggio iniziale con il gol di Chiesa, ma i problemi di gioco e di uomini sembrano sempre gli stessi. In entrambi i casi, le due squadre hanno raccolto poco o niente contro avversari rimaneggiati: tra infortuni, Asl, covid e Coppa d'Africa, Milan e Napoli contavano varie assenze eppure hanno domato Roma e Juventus. Ne parliamo con Riccardo Trevisani, Massimo Mauro e Fabrizio Roncone. Spazio infine al nostro varista Luca Marelli per analizzare gli episodi controversi delle due partite su cui Mourinho e Allegri hanno avuto da ridire.
Epifania Epidemia...le partite si porta via
Se Epifania vuol dire "manifestazione", possiamo dire che, in questo caso, a manifestarsi in campo saranno ben pochi. Quattro partite annullate e ancora tanta incertezza su Juventus-Napoli. Il punto su questa Serie A a mezzo servizio con il direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli e con Carlo Alvino, giornalista tifoso napoletano.


In tutto questo caos, la cosa certa è che Milan-Roma a San Siro si giocherà. Ci avviciniamo alla partita con Franco Ordine del Giornale.


Nel frattempo, continua l'avventura di Novax Djokovic in Australia. Dopo essere stato respinto dalle autorità australiane, Nole aspetta bloccato in albergo l'esito del ricorso fatto dai suoi legali contro il provvedimento. Il pasticcio ormai è fatto, il tema accende l'opinione pubblica e noi ospitiamo il parere di un altro grande sportivo che conosce molto bene la realtà australiana, l'ex nuotatore Max Rosolino.
ContagiatA
Sembra di essere tornati indietro di un anno, quando le Asl decidevano se Juventus-Napoli si sarebbe giocata o meno. Sarà un caso che l'incertezza riguardi ancora una volta questa partita, ma ci risiamo: la Serie A cerca di ripartire dopo la pausa natalizia, ma in preda ai contagi. Si contano in tutto circa cento positività su seicento tesserati. Un calo di attenzione nei veglioni di Capodanno? Fatto sta che la Salernitana è già stata bloccata e si attendono notizie anche su altre partite. Il punto della situazione con il direttore del Corriere dello sport Ivan Zazzaroni


La notizia del mercato del giorno arriva dall'hotel St Regis dove Lorenzo Insigne ha firmato il suo nuovo contratto per il Toronto. Divisi i tifosi del Napoli sulla scelta di vita e di carriera del capitano. Ci racconta tutto il procuratore Andrea D'Amico, intermediario nella trattativa per conto della squadra canadese.


Con coach Mauro Berruto commentiamo l'altro caso del giorno: fa discutere l'ammissione agli Australian Open del non vaccinato Djokovic che beneficia di una speciale esenzione...anche qui si attendono sviluppi in diretta.


Nonostante la riduzione della capienza del pubblico nei palazzetti, il basket cerca di andare avanti e oggi, su Rai Due, ci si potrà godere il big match tra Olimpia Milano e Virtus Bologna, recupero del 26 dicembre. Convocato il presidente di Lega Basket Serie A Umberto Gandini.
Buon Natale convocati!
Il turno infrasettimanale della 19ª giornata di Serie A ha messo in archivio un anno di pallone sempre con lo stesso dominatore: l'Inter è campione d'inverno, alle sue spalle c'è il Milan che può sperare in un prossimo semestre meno impegnativo senza le coppe e poi c'è il Napoli che conta gli infortunati e teme gennaio che gli porterà via i suoi gioielli africani per la Coppa d'Africa. C'è anche la Roma di Mourinho: strana o stanca che dir si voglia, ad ora i romanisti qualcosa di più dallo Special One si aspettavano. Chiacchierata pre cenone con gli amici Franco Ordine, Fabrizio Biasin e Fabrizio Roncone. Poi, col direttore di Sportitalia Michele Criscitiello, cerchiamo si sbirciare le letterine che gli allenatori di Serie A hanno scritto a Babbo Natale per gennaio.
Inter, Natale con fuga
Inzaghi continua a vincere e la vittoria di misura con l'arrembante Torino è un messaggio chiaro a chi insegue: il 2021 dell'Inter non è finito e, probabilmente, continuerà nel 2022 se il Milan continua a soffrire di infortuni, il Napoli di blackout e l'Atalanta di mancanza di coraggio nei momenti cruciali. Di tutto questo parliamo con Riccardo Trevisani di Sport Mediaset.


Si diceva dei blackout napoletani: lo 0-1 con lo Spezia è la terza sconfitta consecutiva in casa. Cosa succede alla squadra di Spalletti? Cerchiamo di capirlo con Massimiliano Gallo, direttore de Il Napolista. E il Napoli, a gennaio, si troverà faccia a faccia con la Juventus che invece sembra in ripresa. Stato di salute dei bianconeri secondo il tifoso Massimo Zampini.
Le brutte giornate di Salerno
La Juve vince 2-0 in casa con il Cagliari con Kean e il ritorno al gol di Bernardeschi: Allegri può tirare un sospiro di sollievo prima del pranzo di Natale e guardare ai due mesi cruciali di gennaio e febbraio con più ottimismo. Chiude peggio il suo 2021 l'Atalanta che, dopo l'uscita dalla Champions e la sconfitta con la Roma, non riesce a vincere nemmeno con il Genoa (0-0 a Marassi). Ne parliamo con Dario Marcolin che ieri ha commentato Juve-Cagliari per DAZN e con Roberto Belingheri dell'Eco di Bergamo.Sono brutte giornate per la Salernitana e i suoi tifosi, soprattutto per quei pochi che ieri erano inutilmente sugli spalti della Dacia Arena ad aspettare la loro squadra che non sarebbe mai arrivata. La farsa della squadra di casa che aspetta l'avversaria bloccata dalla Asl si è ripetuta. Salernitana in quarantena per covid, 3-0 a tavolino e nemmeno la certezza di esserci ancora a gennaio. Ieri Gravina ha ribadito che se entro il 31 dicembre non si farà avanti un acquirente, il club sparirà dalla Serie A. Di tutto questo e altre storie di plusvalenze parliamo con Marco Bellinazzo del Sole 24 Ore.
Milan-Napoli oltre il Var
Cerchiamo di andare oltre le polemiche sul gol dell'1-1 annullato a Kessie e parliamo anche di cosa ha detto sul campo Milan-Napoli. Lo facciamo insieme ad Antonio Giordano del Corriere dello sport e con Marco Imarisio, prestigiosa firma del Corriere, nonchè tifoso rossonero.


Per Natale, regaliamo a Leo Turrini il Signore degli anelli. Non il libro, ma quello in carne ed ossa: con Jury Chechi ripercorriamo il bellissimo anno dello sport italiano.
Milanisti arrabbiati
Straordinari di Var Anatomy per il nostro Luca Marelli con il quale torniamo sugli episodi più discussi di questo weekend di Serie A, i due gol annullati per fuorigioco di Atalanta-Roma Milan-Napoli. Ci raggiungono per parlarne anche il direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli e il tifoso rossonero Carlo Pellegatti che deve ancora digerire la sconfitta con il Napoli.



Ci colleghiamo infine con Guido Vaciago di Tuttosport per commentare le parole di Massimiliano Allegri alla vigilia di Juventus-Cagliari.
Fuori i secondi
Convocato Andrea Di Caro, vice direttore della Gazzetta dello Sport, per commentare quello che ha detto la 18° giornata di campionato fino a questo momento.


La Juventus vince comodamente a Bologna, ma a tener banco in casa bianconera sono le parole di Arrivabene, amministratore delegato juventino, tra aumento di capitale e calciomercato: convocato Massimo Mauro, ex calciatore della Vecchia Signora.


La Roma e Mourinho si riscattano e trionfano a Bergamo contro l'Atalanta, con il tecnico portoghese che si dice pronto a restare nella Capitale anche per 6 anni: convocato Iacopo Savelli, giornalista e tifoso giallorosso. 


Ancora una vittoria per l'Italia dello sci in salsa femminile, con l'ennesimo successo di Sofia Goggia nella prova della coppa del mondo di Super G a Val d'Isere: convocato Flavio Vanetti, firma del Corriere della Sera.


Convocato l'allenatore Gigi De Canio per provare ad immaginare che partita sarà Milan-Napoli di questa sera, sfida valida per il secondo posto della graduatoria.


Il Napoli questa sera ha l'occasione per rilanciarsi al secondo posto e mettersi all'inseguimento della capolista: convocato il giornalista di fede partenopea Raffaele Auriemma.


In chiusura, consueto appuntamento con Luca Marelli per VAR Anatomy, per analizzare gli episodi più discussi del weekend, con un focus particolare sul 2-2 annullato alla Dea.
Benvenuti a casa Var
In occasione di Verona-Empoli, la Var room di Lissone apre le porte alla stampa: per noi c'era Giovanni Capuano che oggi ci racconta come funziona la cabina di regia dei fischietti italiani. Con noi anche il nostro referee Luca Marelli.


In Inghilterra esplodono i contagi della variante Omicron e anche la Premier è travolta dalla pandemia: quattro partite rinviate e campionato a rischio stop. Ci aggiorna sulla situazione Stefano Boldrini, inviato londinese della Gazzetta dello sport. 


Prima di chiudere, commentiamo con Geri De Rosa la sconfitta di Milano in Eurolega con il Real Madrid
Lotito e la strigliata di Natale
"Cena con fuga" potrebbe essere il titolo del film di Natale 2021 di casa Lazio. Alla consueta cena pre natalizia non è mancato proprio nulla: l'annuncio del pronto rinnovo di Sarri, un gruppo di giocatori che se la dà a gambe a fine menù senza spiegazione e il conseguente, accorato discorso di Lotito che accusa i suoi di troppo individualismo e mancanza di rispetto per la famiglia biancoceleste. Commentiamo le parole del presidente con Mauro Mazza, tifoso laziale e con Michele Plastino, direttore di Radio Sportiva.


Questa sera Juventus-Servette è l'occasione per la Juve Woman di conquistare una storica qualificazione ai quarti di Champions. Ne parliamo con Marta Carissimi che commenterà il match per DAZN.


Raggiungiamo a Mosca il procuratore Andrea D'Amico che ha appena portato un nuovo mister italiano su una panchina russa: Paolo Vanoli è il nuovo allenatore dello Spartak.


A proposito di procuratori, andiamo a Firenze dove il presidente Commisso e la Fiorentina, sono impegnati nella battaglia per Vlahovic. Convocato il direttore del Corriere Fiorentino Roberto De Ponti.
Santità, tapiri e record
Ibra ricevuto da Papa FrancescoSimone Inzaghi che riceve il tapiro d'oro per il sorteggio sfortunato e noi riceviamo la coppia Franco Ordine e Fabrizio Biasin per una chiacchierata tra sorteggi, Coppa Italia che c'è ma non si vede e campionato.La crisi della Juve vista da bordocampo con Tommaso Turci che nell'ultima giornata di Serie A era a lavoro in Venezia-Juventus con Pierluigi Pardo per DAZN. Tra infortuni continui di Dybala, attacco poco prolifico e mancanza di comunicazione durante il match, qual è il male maggiore dei bianconeri in questo momento?Ieri sera il nostro Simone Sandri era al Madison Square Garden a vedere Steph Curry che superava il record di triple in NBA di Ray Allen: il racconto di una serata da brividi.
Andreazzoli convocato
Prima di lanciarci nelle polemiche da pista e da urna, convochiamo uno dei bei volti di questo inizio campionato: Mister Aurelio Andreazzoli ci racconta i segreti del suo Empoli che va a vincere a Torino e Napoli. Poi, con Filippo Maria Ricci torniamo sul caos sorteggi Champions di Nyon.


Il grande momento che tutti aspettavano è arrivato: Leo Turrini dalla Pero-Cormano risponde agli ascoltatori sul finale di Mondiale F1 più combattuto e dibattuto degli ultimi anni.
La domenica dei sorpassi
Finale incredibile del Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1, con Max Verstappen che supera Lewis Hamilton all'ultimo giro dopo il rientro della Safety Car. Le polemiche - e i ricorsi - non mancano: convocati Umberto Zapelloni, vice direttore della Gazzetta dello Sport, e Giancarlo Minardi, patron della nota casa automobilistica.


L'Atalanta vince in rimonta su un campo ostico come quello del Verona e si rilancia come una delle più accreditate per lo Scudetto: convocato l'ex tecnico della Dea, Bortolo Mutti.


Convocato Gianmario Bonzi, telecronista di Eurosport, per esaltare la doppietta azzurra nel Super G femminile con Federica Brignone che supera Deborah Compagnoni come numero di vittorie nelle prove della Coppa del Mondo.


Sarà la domenica del sorpasso per l'Inter, che approfitterà del passo falso del Milan? Convocato il tecnico Eugenio Corini per parlare della corsa tricolore.


Convocato Franco Vanni, firma di Repubblica, per le ultime di formazione in casa nerazzurra a poche ore dal fischio d'inizio della sfida contro il Cagliari.


La Juventus è in aperta crisi. Il pareggio di Venezia rappresenta gli ennesimi punti persi dalla banda di Allegri: convocato Max Nerozzi, giornalista del Corriere della Sera.


In chiusura, consueto appuntamento con Luca Marelli per Var Anatomy, per analizzare gli episodi più discussi della 17° giornata di Serie A. 
Delusione Dea
La bufera su Bergamo era il cattivo presagio di una serata sbagliata: è bastato un errore di Demiral dopo due minuti di gioco per indirizzare la partita a favore del Sottomarino Amarillo che approfitta dello smarrimento dell'Atalanta e fa 3-0. La Dea si sveglia troppo tardi, finisce 3-2, Villareal secondo nel girone e il miracolo Champions non si ripete. Si ritorna in Europa League, ma questa non è una consolazione per il nostro amico tifoso bergamasco Cristiano Gatti.



Roma
 agli ottavi di Conference LeagueNapoli Lazio agli spareggi di Europa League: ecco gli altri verdetti del giovedì sera. Li commentiamo con Simone Tiribocchi che ha commentato Napoli-Leicester con il nostro Pierluigi Pardo su DAZN.


E' il weekend della verità in F1: ad Abu Dhabi si deciderà chi tra Hamilton e Verstappen diventerà campione del mondo. Ne parliamo con Matteo Marani di Sky Sport.
Dea, che freddo!
La neve su Bergamo rinvia il verdetto Champions per l'Atalanta che affronterà il Villareal questa sera alle 19. Cronache del ghiaccio (o presunto tale) con Alessia Tarquinio bordocampista di Amazon Prime Video.


La Juve passa come prima nel girone grazie all'1-0 sul Malmoe e allo Zenit che blocca il Chelsea sul 3-3, ma quanti sprechi in attacco...ne parliamo con Andrea Agostinelli che ha commentato la partita per Mediaset Infinity.


Con un altro 3-0, il Bayern sbatte il Barcellona fuori dalla Champions League: non succedeva dalla stagione 2000-01. Straordinari per il nostro Filippo Maria Ricci da Madrid.
Un brutto Sant'Ambrogio
Tragedia del Macbeth alla Scala, tragedia del Milan a San Siro: la squadra di Stefano Pioli è fuori anche dall'Europa League. Ad eliminare i rossoneri da tutto due gol del Liverpool e la vittoria dell'Atletico Madrid con il Porto. All'Inter non va molto meglio in casa del Real MadridAncelotti batte Inzaghi 2-0, ma i nerazzurri erano già qualificati agli ottavi. Questa sera tocca alla Juve contro il Malmoe, ma l'attesa maggiore è per l'Atalanta che, a Bergamo, deve battere il Villareal di Emery il collezionista di Europa League. Di tutto questo parliamo con Paolo Condò e con Filippo Maria Ricci.

I commenti sono chiusi.