Radio List


Tags (categorie): Notizie, Politica, Società
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]

List è una boutique editoriale che non ha pubblicità, non è alla ricerca di clic per vendere banner, non è a caccia di junk news per catturare utenti. Abbiamo fatto una scelta precisa di indipendenza e qualità: dare ai lettori notizie e analisi di valore, spesso controcorrente, sempre davanti e dietro le quinte della contemporaneità. List mostra la parte sommersa dell’iceberg, quella invisibile.

In poche parole, buon giornalismo. List raccoglie informazioni di prima mano, analizza in profondità i fatti e li organizza per i suoi lettori in un servizio top class ed esclusivo.

List è la prima newsletter d’autore d’Italia. Mario Sechi, il titolare di List, seleziona, scrive e pubblica in esclusiva per i suoi lettori news e analisi sui temi che pesano, i fatti che contano, i luoghi e le persone che plasmano il futuro. List è la chiave dell’agenda del presente. Un progetto editoriale indipendente che si basa su un’idea semplice: non si clicca, si legge.
Autore: Mario Sechi
Ultimo episodio: 07/04/20 23:08
Aggiornamento: 26/10/20 18:58 (Aggiorna adesso)
Cina e Stati Uniti, la partita del dopo coronavirus

Henry Kissinger sul Wall Street Journal ha abbozzato il disegno di un nuovo ordine del post-coronavirus. Ma chi sarà il vincitore della partita. Gli Stati Uniti, come sostiene il titolare di List? La Cina come ritiene il socio spagnolo? Il tavolo del gioco geopoiltico, i problemi della carestia, la crescita senza solidarietà. E l'Europa che non trova il filo di una nuova era politica. Un'indagine di Mario Sechi e Maite Carpio. Ascolta RadioList

Noi e il coronavirus. Prepararsi alla convivenza

I casi paralleli di Italia e Spagna. La contrapposizione tra Nord e Sud in Europa. Cosa ha cambiato l'isolamento nella percezione del tempo e dello spazio. Bisogna porsi il problema della convivenza con il virus e della ripresa della nostra vita. Non sarà più come prima, ma ripartiremo. Leadership inadeguate e un solo grande messaggio, quello del Papa. Un'indagine di Mario Sechi e Maite Carpio.

Riaprire e ricostruire. Il dopo virus

I mercati cercano l'exit del dopo virus, gli Stati si muovono in disordine sparso, prevalgono le nazioni e non i forum di cooperazione internazionale. La giostra del petrolio. La necessità di riaprire e ripartire per evitare l'incrocio pericoloso del doppio virus. Un'indagine del titolare di List, Gianclaudio Torlizzi e Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList.

Il pericolo del secondo virus: il collasso economico

A che punto è la crisi del coronavirus? Perché le Borse prima colano a picco e ora risalgono? L'approvazione di un nuovo decreto con misure estese fino al 31 luglio. Il rischio del tracollo totale del piccolo e medio business in Italia, il blocco delle attività produttive senza un piano straordinario per l'economia. Il no della Germania agli Eurobond. Un'indagine del titolare di List, con Gianclaudio Torlizzi e Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList.

Il doppio virus che avanza

Una giornata con il crollo delle Borse, il prezzo del petrolio che cola a picco e il virus che corre in Italia con morti e contagiati da record, in un solo giorno 475 morti, mai così neanche in Cina. L'isolamento funziona? E come si può fermare il blocco dell'economia per un paese come l'Italia? Un'indagine su politica e mercati del titolare di List, Lorenzo Castellani e Gianclaudio Torlizzi.

Geopolitica del virus

La crisi del coronavirus è stata dichiarata ufficialmente pandemia dall'Oms. Come sta cambiando il rapporto tra gli "imperi" e le nazioni? Un shock globale che potrebbe cambiare gli equilibri del mondo. Il caso Europa, dove l'Unione è scomparsa e contano solo le decisioni degli Stati. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList.

Epidemia e recessione. Un'indagine sul doppio virus

Il coronavirus e il crollo dei mercati. L'epidemia e la crisi economica. L'Italia può uscire da questa doppia trappola? Fermare il contagio, rilanciare la crescita. Con quali strumenti? Lo shock e la risposta, un'indagine del titolare di List e Gianclaudio Torlizzi. Ascolta RadioList

La scommessa di Trump del 2020 si chiama Iran

Il presidente americano ha ordinato lo strike con un drone per uccidere il generale Soleimani a Baghdad. La morte di una figura leggendaria del regime iraniano è un'opportunità o un grande problema? Come cambia il gioco geopolitico in Medio Oriente. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList.

La morte di Baghdadi e la campagna di Trump

L'annuncio di Trump: Baghdadi è morto come un cane e un codardo. Il significato dell'eliminazione del capo dell'Isis, la differenza tra l'uccisione di Bin Laden e quella di Baghdadi, il gioco delle potenze in Siria. Il ruolo chiave di Turchia e Iran, il problema dei curdi. Perché la strategia della Casa Bianca è coerente con gli obiettivi dell'America in questo momento storico. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. 

Il caso Catalogna non è più solo l'indipendenza

Che cosa sta succedendo in Catalogna? Perché la protesta appare nuova e non più solo legata alla questione indipendentista. La politica, lo Stato unitario, le parole dei partiti catalani, la violenza e una sorpresa: c'è una massa giovane in piazza che non ha rappresentanza. Un'indagine del titolare e del socio spagnolo di List, Mario Sechi e Maite Carpio.

Guerra e pace. Il caso Turchia e la crisi dell'Occidente

La Turchia invade la Siria del Nord, bombarda i curdi e minaccia di aprire le porte dell'Europa a oltre 3 milioni di profughi. La reazione dell'Unione europea è nulla, ne dimostra l'impotenza. L'America si disimpegna dal Medio Oriente. Perché la Cina, l'India, le potenze emergenti diventate un problema che scuota la sempre più debole cultura dell'Occidente. Un'indagine del titolare di List con il professor Raimondo Cubeddu. 

Il Conte bis sarà un altro governo Frankenstein?

La pazza crisi di governo è giunta al termine, oggi il premier incaricato sale al Quirinale con la lista dei ministri. Parte un governo giallo-rosso dopo quello giallo-verde. Sarà un altro Frankenstein? Un'indagine del titolare di List con Francesco Damato. Ascolta RadioList. 

La Lega e il consenso che sale. Quando si vota?

La Lega vola nei sondaggi, l'effetto Russiagate se c'è funziona al contrario e rafforza il partito di Salvini. A questo punto la domanda è una: quando si vota? Il leader leghista rischia il logoramento? Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Pregliasco, fondatore di YouTrend, sul fenomeno di un governo eternamente litigante che ha un alto consenso e un partito, la Lega, che è passato in cinque anni dal 5 al 36 per cento. Ascolta RadioList. 

La sorpresa di Trump in Corea del Nord

Donald Trump e Kim jong-un si sono stretti la mano nella zona demilitarizzata. Il presidente americano ha fatto alcuni passi nel territorio nordcoreano, un fatto storico che segna il rilancio del negoziato sul nucleare. Kim: "Non mi aspettava di incontrarla qui". Il gioco geopolitico di Trump, la scacchiera degli Stati Uniti, della Corea del Nord e della Cina. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList. 

Il colpo di Draghi e il potere politico in Europa

Il governo si prepara al negoziato sui conti con Bruxelles e congela 2 miliardi. Il vero leader europeo che con le sue decisioni cambia lo scenario si chiama Mario Draghi. Banche centrali e politica. Il confronto con l'America di Trump e la Federal Reserve. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Castellani. News, scenario, titoli. Ascolta RadioList. 

Draghi, Trump e le scelte dell'Italia tra Europa e America

Il grande gioco delle banche centrali, la partita del commercio che si trasforma in guerra valutaria, l'Italia in una terra di mezzo tra Europa e America. Il viaggio di Salvini a Washington, l'agenda dell'amministrazione Trump e quella di Bruxelles. I fatti che contano, l'agenda, la lettura tra le righe della contemporaneità. Ascolta RadioList. 

L'Italia del cash. Politica e cassette di sicurezza

L'idea di Salvini di tassare le cassette di sicurezza. La cultura del cash di un paese dall'economia informale. Il negoziato con Bruxelles, il dilemma del debito e la sua reale storia. Perché non si può fare l'Europa - e nemmeno i suoi parametri contabili - senza considerare il contesto storico. Tic tac, una bomba a orologeria nell'inchiesta sulle nomine del Csm. News, analisi, lettura dei giornali. Ascolta RadioList.

Voiture sovranista in Francia. Grosso guaio del Csm (e del Pd) in Italia

I contraccolpi della mancata fusione tra Fca e Renault, le scuse del governo francese, il nazionalismo di Parigi su quattroruote. Il ruolo dei giapponesi di Nissan, la difesa della fabbrica francese. La crisi del Csm si abbatte sul Pd, i rapporti di Lotti, la "non solidarietà" di Zingaretti, un caso che rischia di condurre i renziani alla rottura della fragile tregua dentro il partito. News, analisi, lettura dei giornali. Ascolta RadioList. 

Fiat-Chrysler e Renault, la fusione è saltata

Sono saltate le nozze tra Fca e Renault. Viste le resistenze del governo francese John Elkann ha ritirato la proposta di fusione con Renault. "Non ci sono le condizioni politiche". Una critica dura al patriottismo economico francese. Cosa accadrà ora? Governo, crisi piatta, la vera notizia è il caos del Csm. Notizie, analisi, la lettura dei giornali. Ascolta RadioList.  

La crisi del governo è rinviata, quella del Csm è scoppiata

Cinque consiglieri autosospesi, una crisi gravissima del Csm, un drammatico plenum straordinario, la preoccupazione del Presidente della Repubblica. Cosa sta succedendo nell'organo di autogoverno della magistratura? E l'altra crisi, quella del governo? Tutto rinviato, non sono maturi i tempi, serve un'agenda per farla, la crisi, non si improvvisa. Analisi, lettura dei giornali, lo scenario contemporaneo tra le righe. Ascolta RadioList. 

Penultimatum al buio. La crisi di Conte

Che crisi è quella del governo Conte? Il discorso del premier ieri non solo non l'ha sciolta, ma sembra averla complicata. L'analisi dello scenario politico, i titoli dei giornali e una crisi al buio. Il ruolo del Quirinale, l'ipotesi di un voto subito, la possibilità di un passaggio dal governo Conte al governo ponte. Ascolta RadioList. 

Il voto europeo oggi e la premiership di Salvini domani

Il voto europeo ha cambiato lo scenario politico. In quale direzione? Cosa farà Salvini? E davvero i Cinque Stelle reggeranno la prova di un governo con l'egemonia della Lega?Proviamo a tracciare la rotta con la lettura dei giornali. Fatti, desideri, prospettiva di un'elezione che conduce alla premiership futura di Salvini. La lettura del titolare di List. Ascolta RadioList.

Una vittoria, una sconfitta e un mistero

Elezioni europee. Il trionfo della Lega di Salvini, la sconfitta dei Cinque Stelle di Di Maio, la non-vittoria e non-sconfitta del Pd di Zingaretti. I risultati del voto sono il frutto di un cambiamento della mappa politica compiuto nell'arco di sei anni anni, dal 2013 al 2019. Che cosa è successo e che cosa accadrà. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Pregliasco, fondatore di YouTrend. Ascolta RadioList.

Regno Unito, Francia e Italia. Tre casi e il voto europeo

Il Brexit Party di Nigel Farage primo partito nei sondaggi del Regno Unito, Marine Le Pen testa a testa con Macron in Francia, l'ascesa della Lega di Salvini in Italia. Tre fenomeni del sovranismo europeo al banco di prova del voto di domenica. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Castellani sulla destra, la sinistra e il cambiamento della mappa e del linguaggio della politica. Ascolta RadioList. 

Visioni e divisioni del mondo. Titoli e agenda

I titoli dei giornali italiani e esteri. Il dibattito tra i partiti, le elezioni europee e lo scenario globale. La lettura della nostra politica interna e il confronto con i temi dell'agenda internazionale. Ascolta RadioList.

Giocare a risiko nel Golfo

Lo Stretto di Hormuz è pieno di navi da guerra. Cosa sta succedendo nel Golfo? Energia, commercio, equilibrio del Medio Oriente, interesse dell'America e politica di potenza dell'Iran. Perché questa crisi è pericolosa e impatta anche sulla nostra vita quotidiana. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList.

Storia di Forza Italia, il partito monarchico-anarchico

Dalla "discesa in campo" a oggi, la storia di un partito non-partito (e di un politico non-politico). Dalla nascita della Seconda Repubblica alla sua fine e inizio di una nuova fase politica. Il racconto del partito monarchico-anarchico di Silvio Berlusconi in un libro di Fabrizio Cicchitto, un testimone diretto di questa storia. Un dialogo a tutto campo con il titolare di List sul berlusconismo e il partito che lo ha rappresentato. È una storia finita? Ascolta RadioList.

Venezuela. Guaidó, Maduro (e l'ombra di Chavez)

Il Primo Maggio della piazza venezuelana, la rivoluzione a metà (per ora), Maduro e l'appoggio dei militari necessario per il regime change. Ritratto di un paese sospeso tra l'eredità di Chavez, il desiderio di cambiare e la paura del salto nel vuoto con Guaidó. Un gioco di popolo e grandi potenze. Un'indagine del titolare di List e Cecilia Sala. 

Tv, social, istante. Il governo che fa politica virtuale

Luigi Di Maio va in un salotto tv invece di partecipare al Consiglio dei ministri, poi si precipita a Palazzo Chigi per evitare il crac sul "salva Roma". Salvini che vive sui social ed è diventato monotematico. Una maggioranza sull'orlo del crac e in crisi di nervi. Cosa è successo al governo giallo-verde. Un'indagine del titolare di List e del professor Paolo Becchi. Ascolta RadioList. 

Dalla fiction alla realtà: il comico presidente dell'Ucraina

Volodymyr Zelensky è diventato presidente dell'Ucraina. Interpretava in tv la storia di un professore che diventa capo dello Stato e si mette sul serio a servire il popolo. Dalla commedia alla realtà. Il racconto di un paese chiave nei rapporti tra Europa e Russia. Chi è Zelensky, perché la relazione con Mosca potrebbe cambiare, cosa farà Mosca (e l'America di Trump) e perché l'Ucraina è ancora un paese dalla rivoluzione incompiuta. Un'indagine del titolare di List con Luigi De Biase.

L'Europa dei sovranisti senza programma

Matteo Salvini cerca un'alleanza tra i sovranisti europei. Ma sulla base di quale programma, di quale idea di Unione? Che cosa li dovrebbe unire? Partiti nazionalisti di paesi così diversi non sono facili da guidare in un progetto comune. Si vota per il Parlamento europeo e non si parla di Europa. Paolo Becchi ha scritto un manifesto Un'indagine del titolare di List e del professor Paolo Becchi, autore di un libro intitolato "Italia sovrana" e di un manifesto dei popoli europei che fa discutere. Ascolta RadioList.

Il Def, i conti, il rischio di uno shock finanziario

Il governo presenta il Documento di economia e finanza, da sempre un libro dei sogni delle maggioranze. Il debito che galoppa, la crescita a quota zero, il rischio di uno shock finanziario dell'Italia e la "trappola di Tsipras" che incombe. Un'indagine del titolare di List e Maurizio Mazziero. Ascolta RadioList.

La Libia, Haftar e noi. Per l'Italia non c'è niente di buono

L'avanzata delle truppe del generale Haftar verso Tripoli, l'esplosione di un'altra guerra in una guerra che non è mai finita. Gli interessi delle potenze del Medio Oriente e della Francia, un paese senza una strategia politica, l'Italia. L'America sta alla finestra, l'accordo dell'Italia con la Cina sulla Belt and Road comincia a pesare. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList. 

Comunicazione e politica. Il grande caos

Cosa è oggi la comunicazione politica? Frammento sparso, scarsa attenzione. La fine della società del senso e il sopravvento dell'abbondanza dell'informazione senza bussola. Lo scenario politico italiano e la scomparsa dei corpi intermedi, l'epoca della disattenzione sempre connessa. Il grande caos, un'indagine del titolare di List e Alberto Contri. Ascolta RadioList.

"Devi smetterla di parlare male della Cina". Libertà e rischio geopolitico

Il racconto di Giulia Pompili, cronista del Foglio che, durante l'incontro tra Mattarella e Xi Jinping al Quirinale, viene affrontata da un funzionario dell'ambasciata e invitata in maniera brusca a non criticare il governo cinese. Un fatto che rivela molto su come intendano la libertà e il ruolo dell'informazione i nostri nuovi partner. Analisi dell'accordo Italia-Cina con Lorenzo Castellani: il rischio geopolitico per l'Italia è aumentato. Ascolta RadioList. 

Il gioco d'azzardo con la Cina

Il presidente Xi Jinping arriva a Roma, per firmare un'intesa con l'Italia. Il governo Conte ha deciso di puntare sulla Cina. Ma davvero Pechino sarà il cavallo vincente e l'impero del futuro? Forza e debolezza della Cina. La reazione degli Stati Uniti, i rischi di un'alleanza che allontana l'Italia dall'America. Come reagirà l'amministrazione Trump? Commercio, geopolitica, politica di potenza. Un'indagine del titolare di List con Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList. 

Il rebus del governo che c'è e non c'è

L'elezione di Nicola Zingaretti ha rimescolato le carte e scongelato i voti del Partito democratico. Il blocco renziano contro un'alleanza con i Cinque Stelle non c'è più. E questo basta a far emergere nuovi scenari. Ma si realizzeranno? Il governo giallo-verde non è più l'unica formula possibile, resta da vedere quale altro format sia probabile in alternativa. L'assenza di un partito di centro, la natura dei grillini, il Pd in una nuova fase. Un'indagine del titolare di List con Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList

Trump e Kim. Quasi amici

Il vertice di Hanoi tra Donald Trump e Kim jong-un è iniziato. È il secondo incontro tra i due leader. Cosa vuole Trump? E che cosa è davvero disposto a concedere Kim. Storia, attualità, scenario geopolitico della partita a scacchi tra Stati Uniti e Corea del Nord. La mappa del Pacifico, la Bomba, il futuro, il ruolo chiave della Cina. Un'indagine del titolare di List e Giulia Pompili. Ascolta RadioList.

Doppio gong del voto sardo per Cinque Stelle e Lega

Il centrodestra vince, i Cinque Stelle collassano e perdono 300 mila voti. L'elezione regionale della Sardegna è una scossa alla maggioranza. Anche il dato della lista della Lega nell'isola deve far riflettere Salvini. Cosa accadrà al format di governo? Una coabitazione sempre più complicata e la naturale fine della transizione: il voto anticipato. Un'indagine del titolare di List con Francesco Damato. Ascolta RadioList.

La dieta per le elezioni anticipate

La Lega è destinata ad ingrassare, il Movimento Cinque Stelle a dimagrire. Dal caso Diciotti ai prossimi turni elettorali, gli eventi cominciano a disegnare un quadro più razionale delle forze in campo. Fino ad arrivare alle elezioni anticipate con Salvini che punta alla premiership. Un'indagine del titolare di List e Francesco Damato. 

Il latte versato, il reddito senza cittadinanza

Il premier Giuseppe Conte è in Sardegna mentre è esplosa la protesta dei pastori per il prezzo del latte. Il racconto di Raffaela Mureddu, mamma, assessore all'agricoltura a Fonni, moglie di un pastore e figlia di un pastore. La nascita della rivolta, i paesi chiusi per solidarietà, la decisione di versare il latte, l'orgoglio di appartenere a una storia antica. Il tema della dignità del lavoro e non dell'assistenza, l'importanza del reddito che non può essere quello di cittadinanza. Un'indagine del titolare di List. Ascolta RadioList.

Il latte versato. La protesta dei pastori sardi

Il prezzo del latte è crollato, i pastori sardi sono scesi in piazza, le aziende sono in crisi. Gli allevatori hanno deciso di attuare una protesta di enorme simbolismo: hanno versato il latte in strada. Il gesto ha rianimato l'interesse per una situazione di estrema difficoltà del settore. Che cosa sta succedendo? Quali sono le conseguenze di questo scenario, cosa significa per la Sardegna? Il titolare di List ne discute con il portavoce del Movimento pastori sardi, Felice Floris. Trent'anni di lotta e siamo punto e a capo. Ascolta RadioList.

Tre scenari per l'economia italiana

L'Istat ha certificato l'ingresso dell'Italia in zona recessione. Cosa accadrà nei prossimi mesi. Tre scenari elaborati da Mazziero Research sulla produzione italiana e un dato comune: senza investimenti non ci sarà crescita sufficiente per contrastare il rallentamento dell'economia. Un'indagine del titolare di List e Maurizio Mazziero. Ascolta RadioList.

Afghanistan. Un ritiro, non una ritirata

Il modo con cui il ministro della Difesa ha aperto la questione del ritiro delle truppe italiane in Afghanistan è sbagliato, ma il tema esiste. Il governo lo ha posto nel peggiore dei modi (dividendosi) e senza quella condivisione necessaria con tutti gli attori interessati. Prima di tutto, con l'alleato americano, poi con gli altri partner nella missione della Nato. Che cosa vuole Trump, che cosa può chiedere e (forse) ottenere l'Italia. Il problema mai risolto della politica estera del nostro paese. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList.

Berlino, Parigi e l'Italia dei sovranisti immaginari

Mentre Germania e Francia siglavano il loro nuovo trattato di cooperazione, la maggioranza di governo in Italia si lanciava in una campagna sul Franco africano. L'agenda che conta e quella che non esiste. Cosa significa l'alleanza rinnovata e rafforzata di Berlino e Parigi, perché l'Italia non riesce a dotarsi di una politica estera adeguata. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList. 

Protezione o Produzione? Il governo del consenso

Protezione o Produzione? Il governo ha varato reddito di cittadinanza e riforma della legge Fornero (Quota 100) con un piano preciso: quello di allargare le fasce dei "protetti". E l'industria, i fattori produttivi? Non sono per ora nell'orizzonte dell'esecutivo. Dietro queste scelte ci sono ragionamenti sul consenso a breve, scadenze elettorali, calcoli sul futuro di Movimento Cinque Stelle e Lega. Un'indagine del titolare di List e del professor Raimondo Cubeddu sull'esercizio del potere nell'Italia contemporanea. Ascolta RadioList. 

Dal Governo Frankenstein al voto in autunno

Dopo il caos della legge di Bilancio, lo scontro sugli immigrati e la pace armata del vertice notturno a Palazzo Chigi, emerge la necessità di passare dalla transizione del Governo Frankenstein al voto anticipato per fare chiarezza nel sistema politico italiano. Cinque Stelle e Lega sono partiti alternativi, l'esecutivo nato per necessità deve chiudere la sua esperienza dopo il voto europeo di maggio. Un'indagine del titolare di List e Francesco Damato sullo scenario dei prossimi mesi. Ascolta RadioList. 

La diserzione dell'ambasciatore di Kim. L'anno dell'Oriente

La diserzione dell'ambasciatore della Corea del Nord a Roma è caso di grande importanza. Che cosa significa per il regime di Kim jong-un. L'analisi dello scenario strategico, i colloqui di pace tra Pyongyang e Seul, il ruolo dell'America e quello decisivo della Cina. Il 2019 sarà l'anno dell'Oriente, la corsa spaziale cinese e il suo significato, la competizione con l'America, la nuova politica estera del Giappone e un paese da tenere d'occhio perché nel 2019 vota: l'Indonesia. Un'indagine del titolare di List e Giulia Pompili. Ascolta RadioList.

Il 2018 dell'America di Trump

Il 2018 di Trump, l'anno del consolidamento e della maturità. La sfida interna con la tenuta delle elezioni di Mid-term e la proiezione verso la campagna del 2020, i dossier di una potenza che non può rinunciare a essere globale, il confronto per la supremazia mondiale con la Cina, la tensione con la Russia, l'obiettivo di indebolire la Germania. L'anno di un game changer alla Casa Bianca. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri. Ascolta RadioList

Il 2018 e la scacchiera della Russia di Putin

Vladimir Putin si conferma un leader di grande capacità nello scenario internazionale, ma deve affrontare problemi interni sul piano della tenuta economica e un calo di popolarità. Le sfide della Russia, il confronto sempre più aspro con l'America, una crisi dei missili aperta tra Casa Bianca e Cremlino. Putin gioca da solo, è senza un successore, Mosca si prepara a un nuovo anno di confronto teso con l'Europa e gli Stati Uniti. Un'indagine del titolare di List e Luigi De Biase. 

Il 2018 in giallo della Francia di Macron

La pagella del Presidente della Francia per il 2018 è largamente insufficiente, l'anno si chiude con la protesta dei gilet gialli e i sondaggi a picco. Emmanuel Macron ha qualche possibilità di riprendersi? Quali sono stati i suoi errori? Bilancio di 12 mesi vissuti declinando, ritratto politico di un fenomeno in grande difficoltà. Una crisi che parte... dalla vittoria della Francia ai mondiali di calcio in Russia. Un'indagine del titolare di List e Gilles Gressani, ricercatore della Ecole normale supérieure e fondatore del Groupe d'études géopolitiques di Parigi. Ascolta RadioList.

Il 2018 dell'Unione europea

Che anno è stato il 2018 per l'Unione europea? Di grande crisi e incertezza. Le istituzioni hanno mostrato tutti i loro limiti, l'impostazione che privilegia l'economia a scapito della politica ha finito per comprometterne il funzionamento. Un anno con un voto insufficiente. Un'analisi sulle varie istituzioni, compresa la Bce. Un'indagine del titolare di List con Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList.

Falsi veri, falsi finti, una storia di falsi: Mussolini

"Il romanzo di Benito" è un libro di Pasquale Chessa che racconta la storia dei falsi che costellano la vita di Mussolini. Uno splendido libro storico che ci insegna come gli italiani abbiano cercato dopo la morte dell'inventore del fascismo di evadere dalla loro storia collettiva. Storia che diventa romanzo, costellata di personaggi falsi e veri, falsificatori per primi della propria biografia e poi di quella degli altri. E oggi cos'è il falso? Ascolta RadioList. 

George H.W. Bush. L'ultimo aristocratico alla Casa Bianca

George H.W. Bush, 41° Presidente degli Stati Uniti è morto. Chi era e perché la sua presidenza è definita come l'ultima dell'America "patrizia"? Storia di un Presidente e di una famiglia che per quattro generazioni ha plasmato la politica americana. Il titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes, ricordano la figura di Bush senior e la storia della Casa Bianca da Reagan fino a Trump leggendo la figura di Bush e di una lunga American Dynasty. Ascolta RadioList.

I gilet gialli e la gauche kérosène

La rivolta della Francia, gli scontri di Parigi, un movimento uscito dal nulla che aumenta i problemi del Presidente Emmanuel Macron. Il titolare di List e Marco Gervasoni esplorano la giungla della politica francese. I gilet gialli con l'auto diesel per andare al lavoro e la classe cosmopolita della gauche kérosène che viaggia da un aeroporto all'altro. La collisione di due mondi, il corto circuito della Francia, la nevrosi del mondo contemporaneo. Un'indagine di RadioList, ascolta. 

La Francia del gilet giallo e la crisi dell'Europa

Il gilet giallo. L'imprevisto. La protesta che esplode sulle strade della Francia. La multiforme crisi dell'Europa e lo smarrimento della classe media di fronte all'incertezza. Non è solo una questione economica. Quali sono i fattori che stanno plasmando il nuovo scenario politico? Perché Macron non riesce a risolvere la crisi del suo Paese? Siamo di fronte a un movimento continuo, al cambio di scenario sociale e al ritorno della lotta di classe. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList.

2018-2020. Trump e la sfida per la Casa Bianca

Il voto di Midterm non ha chiuso l'era di Trump ma ne ha confermato la forza elettorale. Il Presidente ha annunciato di voler "collaborare con Nancy Pelosi" dopo la conquista della Camera da parte dei Democratici. Il Partito Repubblicano ha tenuto e ampliato la maggioranza al Senato. Lo scenario dopo le elezioni, la proiezione verso la sfida del 2020 per la Casa Bianca. Le mosse dei Dem e del GOP, la sfida di un Presidente che ancora una volta ha sorpreso tutti. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList. 

Si vota. È sempre tutti contro Trump

Elezioni di Midterm. Se Trump perde siamo nella routine del voto di Midterm. Il partito del Presidente in carica non guadagna quasi mai seggi in questa consultazione. Cosa significa il voto e che cosa cambierà (poco, perfino in caso di vittoria a sorpresa di Trump). Le elezioni in realtà sono il test per avere delle indicazioni sulla vera sfida: quella delle presidenziali del 2020. Le battaglie più importanti negli Stati, i candidati da seguire, lo scenario futuro in un'indagine del titolare di List con Dario Fabbri, analista di Limes. Ascolta RadioList. 

Da due, uno? Lega e Cinque Stelle. Partiti diversi, elettori simili

I leader sono diversi e i partiti su alcuni temi (industria, innovazione, giustizia) hanno posizioni diverse, ma se andiamo a scavare su demografia, opinioni, atteggiamenti e comportamenti degli elettori, scopriamo che gli elettori di Lega e Cinque Stelle sono molto simili. Antonio Preiti, fondatore di Sociometrica, e il titolare di List esplorano questo scenario sulla base di una nuova ricerca sul corpo elettorale dei due partiti. Ascolta RadioList.

L'Italia e gli italiani. Dappertutto e rasoterra

Che cosa è l'Italia? Come si è trasformata negli ultimi 50 anni? E chi sono gli italiani? Un viaggio lungo mezzo secolo dove il paese ha subito grandi trasformazioni fino ad arrivare allo shock del 4 marzo. Dalla vertiginosa crescita degli anni Sessanta a oggi. Un'indagine del titolare con il professor Giuseppe De Rita, fondatore del Censis. Dentro le pagine di un libro intitolato "Dappertutto e rasoterra", un dialogo ricco di "gusto e e sorpresa" nel miracolo di ogni giorno - l'Italia - con una certezza sul futuro: "Saranno anni divertentissimi". Ascolta RadioList.

Fabbrica, lavoro, Italia. Magneti Marelli e il futuro dell'industria

FCA ha venduto Magneti Marelli a Calsonic Kansei per 6.2 miliardi di euro. Un altro pezzo pregiato dell'industria italiana diventa giapponese. È il caso di evocare il capitalismo patriottico (che non c'è) o forse bisogna guardare con ottimismo al fatto che gli investitori esteri credono nel nostro sistema? Cosa significa oggi fare politica industriale? Un'indagine del titolare di List con Marco Bentivogli sulla fabbrica che cambia, i capitali volanti e il futuro del lavoro e della produzione nel nostro Paese. Ascolta RadioList. 

Il voto in Baviera e il cielo sopra Berlino

La CSU subisce la più grave sconfitta dal 1950, non ha la maggioranza assoluta. La SPD è un partito dimezzato, al quinto posto in Baviera. I Verdi ottengono un grande successo, la destra nazionalista di AfD fa il suo esordio nel Parlamento della Baviera. Il voto è la conferma di un cambiamento in corso. Il governo di Angela Merkel a Berlino non è a rischio, ma il suo profilo politico sì perché l'alleato di sempre ha un problema serio in casa. Il voto in Baviera e il cielo sopra Berlino, una puntata speciale di RadioList con il titolare di List, Lorenzo Castellani e Lorenzo Pregliasco. Ascolta RadioList.

Incontro con Paolo Savona. Una nuova economia, una nuova Europa

Un lungo dialogo sulle sfide della contemporaneità, il pensiero economico, il cambiamento dello scenario politico, la lotta tra l'establishment e i movimenti populisti. Paolo Savona per un'ora e venti spiega le ragioni, le potenzialità e i limiti della maggioranza, le speranze, le paure, le parole d'ordine. Def, spread, debito, crescita sono formule dietro le quali si cela una furiosa battaglia tra il vecchio e il nuovo. Il racconto di un protagonista di una stagione politica incandescente. Ascolta RadioList.

Il governo, lo spread e gli investimenti per fermarlo

Gli investimenti sono il punto chiave di tutta la manovra. Senza un piano di Grandi Opere restano spese che da sole non bastano a produrre la crescita promessa dal governo. Le tensioni con Bruxelles, gli interventi sopra le righe della Commissione Ue, le spiegazioni che Palazzo Chigi deve fornire al mercato. Un'indagine del titolare di List con Maurizio Mazziero (Mazziero Research) nel bosco di una manovra che ancora non è compiuta. Ascolta RadioList.

Crisi nera Pd, avanza il governo, è sempre 4 marzo

La giornata è dominata dal caso Casalino, ma lo scenario politico non cambierà con episodi di tafazzismo istituzionale. Il quadro post voto continua ad essere predominante, i sondaggi confermano la crisi profonda del Partito democratico e l'aumento dei consensi di Lega e Cinque Stelle. Una luna di miele destinata a durare? Dipenderà dalla prova sull'economia che è alle porte. Il futuro del Pd è a rischio? Se perde le elezioni europee. Il voto di Maggio 2019 decisivo non solo per l'Europa. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Pregliasco, fondatore di YouTrend. Ascolta RadioList.

Senza investimenti il governo rischia la recessione

Il governo lavora sui punti chiave del Documento di economia e finanza e sul programma economico. La maggioranza vuole superare il 2 per cento di rapporto tra deficit e pil, ma per fare cosa? Il titolare di List e Maurizio Mazziero, fondatore di Mazziero Research, fanno l'analisi dei conti pubblici. Che legge di stabilità arriverà? Senza investimenti sarà solo spesa e con lo scenario economico che si prefigura, arriverà la recessione. Perché serve coraggio e non bisogna pensare al consenso immediato. Ascolta RadioList.

Il voto in Svezia e lo scenario del big bang in Europa

Il voto svedese conferma il trend dell'avanzata dei partiti nazionalisti. "Un processo forse più lento di quello italiano, ma inesorabile", commenta Lorenzo Castellani, ricercatore della Luiss e collaboratore di List. Come sono disposti i pezzi sulla scacchiera europea, cosa faranno i partiti italiani - e in particolare il Movimento 5Stelle - quanto è importante il voto in Baviera di ottobre e perché la linea europeista di Macron è già archiviata. Un'analisi del voto svedese alla luce della grande partita per conquistare il potere a Bruxelles. Un'indagine del titolare di List e Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList. 

Svezia, i nazionalisti avanzano. Lo scenario del voto

La destra nazionalista dei Democratici avanza, il partito Socialdemocratico fa il peggior risultato della sua storia, ma festeggia. testa a testa tra le coalizioni tradizionali. Che significato ha il voto in Svezia, quali indicazioni arrivano per il voto europeo. Il trend dell'avanzata delle destre nel Nord Europa continua. In Svezia la maggioranza non c'è, i Democratici andranno da soli all'opposizione contro un governo di larghe intese. L'analisi del titolare di List e Lorenzo Pregliasco, direttore di YouTrend. 

Salvinizzazione a destra, buio a sinistra

I sondaggi dopo la pausa d'agosto certificano il sorpasso della Lega sui Cinque Stelle (quattro punti di distacco) il passaggio di consensi da Forza Italia al partito di Salvini, la crisi del Partito democratico al suo minimo storico. Dove conduce questo scenario? Il centrodestra è al 45 per cento, un numero che dà la maggioranza in Parlamento. Quale sarà il quadro da qui alle elezioni europee di maggio 2019. Un'indagine del titolare di List con Lorenzo Pregliasco, fondatore e direttore di YouTrend. Ascolta Radiolist.

Rating, conti, produzione. Un piano di governo

Il continuismo conduce a uno scenario da recessione, il cambiamento si fa con gli investimenti per la crescita. Le società di rating attendono chiarezza dal governo, il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker si dice rassicurato dalle dichiarazioni di Salvini e Di Maio. Come vanno i conti pubblici? Quali sono le reali opportunità per il nuovo governo? Il titolare di List e Maurizio Mazziero, dell'istituto di ricerca finanziaria indipendente Mazziero Research, esplorano uno scenario economico in grande evoluzione. La chiave è in Italia, la porta è in Europa. Ascolta RadioList.

Lo scontro tra populisti e anti-populisti

Populisti e anti-populisti. La politica italiana ha subito una frattura più grande di quella del 1994. Berlusconi all'epoca della sua ascesa era un leader del Novecento, Salvini e Di Maio sono figli di un altro tempo. La radicalizzazione dello scenario, le spinte per uno scontro da una parte e dall'altra. Il nuovo tradimento dei chierici che giudicano con le lenti del pregiudizio e la necessità di una critica puntuale e obiettiva, i rischi di una divisione ancora più grande nel Paese. Cosa accadrà in autunno? Un'indagine del titolare di List con il professor Giovanni Orsina. Ascolta RadioList. 

Un paio di idee su come trattare (con) Autostrade

Primo: separare la vicenda penale da quella civile, non facciamo confusione; secondo: lasciare perdere le idee di privatizzazione, è un'impresa immane e questa classe dirigente non ne è capace; terzo:il Ceo Capitalism non conosce alcuna compassione, solo la legge dei contratti, quindi bisogna studiare bene il contratto, ripartendo da come fu privatizzata la società Autostrade e invertendo stavolta le parti; quarto: si occupi del caso direttamente il Presidente del Consiglio e nessun altro; quinto: riportare gli utili della società a livelli normali e non stellari come ora; sesto: invertire i ruoli con lo Stato, non comanda Autostrade, è solo un concessionario; settimo: i ponti non cadono per fatalità, chi sbaglia paga. Un'indagine del titolare di List e Riccardo Ruggeri. Ascolta RadioList.

La politica del ponte

Il crollo del Ponte Morandi a Genova è una tragedia, una perdita immane di vita e un fatto politico. Il disastro è uno spartiacque della politica nazionale, le reazioni e il dibattito pubblico che è seguito al crollo mostrano come la separazione tra vecchi/ nuovi partiti e leader sia profonda e destinata a cambiare ancora la mappa del potere in Italia. Populismo, establishment, consenso, media, linguaggio, percezione della realtà, relazione tra passato e presente. Un'indagine del titolare di List con Lorenzo Pregliasco, direttore di YouTrend. Ascolta RadioList.

L'era dell'intossicazione digitale

Che cosa è cambiato nell'istruzione, nel sapere, con l'era digitale? Una grande conoscenza a disposizione, immediata, e una corsa verso il basso con una costante parziale attenzione. L'apprendimento si è polverizzato con conseguenze negative non solo nel campo dell'educazione. La politica è l'arena più visibile di questo processo di degrado. Un'indagine del titolare di List con Alberto Contri, autore del libro "McLuhan non abita qui?". Un viaggio nell'era dell'intossicazione digitale. Ascolta RadioList. 

Storia della politica da spiaggia

Quando il leader di partito decide di confrontarsi con l'audience da spiaggia le parole contano poco, là comandano altri segni, prima di tutto quelli del corpo. Il titolare di List e il professor Marco Gervasoni esplorano la storia della politica italiana sotto l'ombrellone. La spiaggia è uno dei "luoghi" dell'italianità. Dal fascismo ai giorni nostri, da Salvini in Romagna a Berlusconi con la bandana, fino alla sinistra de L'ultima spiaggia di Capalbio. Cinema, musica, letteratura, l'immaginario del pop in riva al mare in tempi di populismo. Ascolta RadioList.

L'unico governo possibile in uno scenario (im)possibile

Sono trascorsi due mesi dal varo del nuovo governo, troppo presto per giudicarlo pienamente, sufficiente per cogliere le linee di tendenza e lo scenario in cui è incastonato l'esecutivo tra Lega e Cinque Stelle. Il titolare di List e il professor Raimondo Cubeddu esplorano i meccanismi che regolano (e agitano) l'alleanza, la difficoltà che emerge da un sistema decisionale che blocca ogni decisione, il fallimento dell'educazione, della scuola e della ricerca. Un mondo nuovo senza mappe. 

Marchionne e la solitudine del comando

"Chi comanda è solo", ricordava sempre Sergio Marchionne. L'avventura industriale e umana di un uomo raccontata dal titolare di List e Riccardo Ruggeri. I principi del management, la geniale intuizione di andare alla conquista dell'America e fondere Fiat e Chrysler, l'arte di combinare due aziende fallite e farne un gruppo mondiale. La differenza tra il capitalista filosofo Marchionne e il Ceo Capitalism senza umanità. Una cavalcata attraverso i 14 anni in cui Marchionne ha trasformato un'industria, l'incomprensione in Italia con le presunte classi colte che in realtà non conoscono la complessità del business dell'automobile. Ascolta RadioList.

Trump ha riaperto la linea rossa, ma le carte le dà Putin

Il vertice tra Trump e Putin si chiude nell'impossibilità di stabilire un'agenda globale. Il Presidente americano ha mostrato il limite della sua strategia individuale, frenata dal Congresso e dal deep State americano. Putin ha giocato la sua partita abilmente e alla fine è il vincitore dell'incontro perché ha nelle mani le carte che Trump gli ha servito sull'Iran. Dopo la riapertura del dialogo tra Washington e Mosca, sarà il Cremlino a fare probabilmente la prima mossa sulla scacchiera. Un'indagine del titolare di List e Dario Fabbri sul dopo Helsinki. Ascolta RadioList. 

Di Maio, il decreto dignità e il complotto che non c'è

Luigi Di Maio scopre una relazione tecnica negativa sul cosiddetto "decreto dignità" e parla di complotto. Fonti del Movimento 5Stelle dicono che si farà uno spoil system dei dirigenti. Vengono lanciate accuse al Ministero dell'Economia. In realtà siamo di fronte a un fatto normale del processo legislativo, il complotto non esiste. Il titolare di List e Francesco Seghezzi, direttore di Adapt, raccontano una vicenda normale trasformata in uno straordinario complotto che non esiste. Ascolta RadioList. 

Nato, Russia, Europa. La strategia di Trump

Il Presidente degli Stati Uniti ha chiesto durante il vertice Nato il raddoppio della spesa da parte degli alleati. Il segretario generale della Nato dice che il patto tra l'Europa e gli Stati Uniti non è scritto nella pietra, ma non si vede cosa possa fare l'Unione europea senza. Trump attacca la Germania che "dipende dall'energia della Russia". Il vertice Trump-Putin il 16 luglio a Helsinki. Quale sarà la strategia della Casa Bianca e cosa ha da proporre il Cremlino a Trump? Un'indagine sul Grande Gioco della geopolitica del titolare di List e Dario Fabbri di Limes. 

Waterloo non c'è, i contratti a termine sì

Perché la riforma annunciata da Di Maio non colpisce i contratti brevissimi, quelli che sono il vero problema del mercato? Il decreto dignità varato dal Consiglio dei ministri è un'occasione persa per cominciare a cambiare lo scenario. Soluzioni, deviazioni, azioni da fare per far ripartire il mercato, creare lavoro e non solo redditi di cittadinanza. La necessità di pensare al digitale, gli effetti dell'automazione, la classe dei working poors e quella dei cinquantenni dimenticati. Un viaggio del titolare di List e Francesco Seghezzi, direttore di Adapt, nell'emergenza numero uno del Paese. 

Immigrazione, la battaglia tra Francia e Italia al Consiglio europeo

Il Consiglio europeo non trova l'accordo nella prima giornata di lavori. L'Italia esprime la riserva sulle conclusioni, tutto rinviato a domani. Battaglia con la Francia che ha proposto di piazzare gli hotspot in Italia. Il premier Conte dice no. Trattativa nella notte. Le posizioni in campo, gli interessi di Parigi e quelli dell'Italia, la Merkel che rischia la crisi a Berlino. I tentativi di chiudere un accordo in extremis, la nuova linea dell'Italia in Europa, Conte pronto a mettere il veto. Il racconto della prima giornata, un'indagine del titolare di List e Lorenzo Castellani. Ascolta RadioList. 

La fine del Pd e l'inizio di Salvini

Il crollo del Partito democratico nella Toscana (fu) rossa, la fine di un'epoca. Un partito lontano dalla realtà, travolto dal pregiudizio morale, dalla presunta superiorità antropologica e dal politicamente corretto. Le ragioni culturali di una sconfitta storica. L'ascesa della destra di Salvini, i dubbi sulle capacità del Movimento 5Stelle, il futuro del Governo Frankenstein e le sfide in Europa su immigrazione e economia. Un'indagine del titolare di List e Raimondo Cubeddu, docente di filosofia politica all'Università di Pisa. Ascolta RadioList. 

Il Salvinismo e le Regioni Rosse

Il ballottaggio nei Comuni segna il crollo del Pd in Toscana e in Emilia. Un fatto storico che ha ragioni profonde. I numeri, lo scenario politico, la rapidità di movimento dell'elettorato, la crisi di identità e linguaggio del Partito democratico, la nascita del Salvinismo, la sintonia con gli italiani e il rischio di perdere tutto nella prova di governo. Il titolare di List e Lorenzo Pregliasco, direttore di YouTrend, esplorano il risultato dei ballottaggi e l'impatto sul quadro di governo e l'Europa. Ascolta RadioList. 

Il Grande Gioco della Libia. Petrolio, immigrazione, guerra e pace

Dalla caduta del Colonnello Gheddafi ai nostri giorni. L'importanza strategica della Libia nel gioco del Mediterraneo, del Nord Africa e del riassetto delle grandi potenze. Una partita che nel 2011 si chiuse in con la morte di Gheddafi aprendo un nuovo drammatico capitolo della storia contemporanea. Gli interessi della Francia, la difesa di quelli dell'Italia, il disegno americano in Europa, la pace e la guerra, il tema dell'immigrazione che rischia di far implodere l'Unione europea. Errori, orrori, passato, presente e futuro. Un viaggio del titolare di List e Fabio Squillante nel nuovo ordine mondiale. 

Salvini, Merkel e il crac europeo sull'immigrazione

La nave Aquarius è arrivata in Spagna con due navi italiane della Marina e della Guardia Costiera. Il grande storico Niall Ferguson sul Times scrive che nella politica europea Salvini è il nuovo e Merkel il vecchio. Lo scenario politico nuovo e il rischio di una dissoluzione dell'Unione. I bavaresi della Csu danno due settimane di tempo alla Cancelliera per trovare un accordo in Europa sui respingimenti al confine della Germania. Il distacco tra la società reale, l'establishment e i mass media su un tema chiave della contemporaneità.  Il titolare di List e il professor Marco Gervasoni esplorano un paesaggio di macerie dove manca il senso della realtà. 

Trump e Kim, la pace non convenzionale

Lo scontro e l'incontro di due personalità incredibili: Donald Trump e Kim jong-un. Lo storico incontro tra il Presidente americano e il leader del regime nordcoreano. Un percorso cominciato con una guerra di parole e finito con una calorosa intesa. Il ruolo chiave delle personalità, la sorprendente metamorfosi di Kim, i segreti della Corea del Nord, il ruolo fondamentale della Cina, la sconfitta del Giappone di Shinzo Abe, la liturgia politica e culturale dell'Oriente. Un'indagine del titolare di List e Giulia Pompili nell'affascinante risiko geopolitico del Pacifico. 

Trump apre a Putin. Ma la strategia di Mosca è un'altra

La mossa di Trump era davvero un'apertura alla Russia o solo tattica? E al Cremlino interessa davvero rientrare nel format del G8? La Germania delle sanzioni è la stessa che poi flirta con Mosca per il gas. La posizione strategica e i dilemmi del nuovo governo italiano. Un'indagine del titolare di List e Luigi De Biase sul confronto tra Stati Uniti e Russia. La strategia di Putin e il nuovo ordine mondiale, dazi e sanzioni, armi e ricerca tecnologica, nazione e cultura. Un viaggio nell'immenso paese che per l'Occidente resta ancora un dilemma. Una non democrazia che non può essere definita dittatura, un paese debole che è nello stesso tempo una potenza: la Russia di Putin. Ascolta RadioList. 

Il Governo Frankenstein tra Trump e Merkel

Il governo Conte è un'alleanza che oscilla tra Trump e Putin e deve trovare un accordo di collaborazione con la Germania di Angela Merkel. L'Unione europea fa partire i dazi contro i prodotti americani in risposta alla mossa della Casa Bianca. Lo spazio dell'Unione è in pieno rivolgimento e le forze della destra europea stanno progressivamente conquistando il potere in tutte le capitali. In che scenario siamo e quali saranno le mosse sulla scacchiera. Il titolare di List e Lorenzo Castellani esplorano la nascita del nuovo ordine mondiale. Ascolta RadioList. 

Finisce la crisi, comincia il Governo Frankenstein

Una crisi lunghissima, il record assoluto, giunge a termine. Il governo alle 16 giura. La rivoluzione del 4 marzo ha l'esito finale che List aveva previsto: il Governo Frankenstein. Un esperimento unico in Europa, l'alleanza di governo dei partiti anti-sistema. Al centro del dibattito post-elettorale c'è stata l'Unione europea. La sconfitta dell'establishment e dei media. La difficile gestione della crisi e il Quirinale. Si apre una nuova fase storica della politica italiana. Il titolare di List e Francesco Damato esplorano il Big Bang. 

Non è più la crisi ma il caos istituzionale

Il veto su Savona all'Economia innesca la caduta dell'ipotesi del Governo Frankenstein. Il Capo dello Stato gioca la sua carta. Carlo Cottarelli va al Quirinale e riceve l'incarico,Il suo governo è senza fiducia, l'esito finale sarà solo uno: le elezioni.  Voto dopo agosto o all'inizio del 2019. La figura del Capo dello Stato ora è al centro della polemica elettorale, Movimento Cinque Stelle e Fratelli d'Italia sono pronti alla richiesta di impeachment. Quali sono le conseguenze istituzionali di questa mossa? Il titolare di List e Francesco Damato esplorano l'evoluzione della crisi in caos istituzionale. Ascolta RadioList. 

Conte al Quirinale e il muro del conformismo

Il professor Giuseppe Conte è stato convocato al Quirinale alle 17.30. L'esercito schierato contro la sua designazione e il Governo Frankenstein finisce contro un muro di titanio. Il titolare di List e Lorenzo Castellani esplorano il pianeta del conformismo culturale da anni in rotta di collisione con la realtà dei fatti e lo scenario politico. L'esempio del dibattito (im)possibile sul futuro dell'Europa e il caso dell'economista Paolo Savona. Ascolta RadioList. 

Il Conte, il Presidente e il Governo Frankenstein

La strana crisi di non governo va avanti. Rumors sulla candidatura in bilico del professor Giuseppe Conte per Palazzo Chigi. Il titolare di List e Francesco Damato provano a mettere ordine nel caos che è partito fin dalle consultazioni. Il ruolo del Quirinale, i suoi poteri reali (e quelli immaginari), la difficile se non impossibile interdizione sui ministri, la disputa sul ministero dell'Economia. L'incarico potrebbe arrivare giovedì, nuovo vertice di Salvini e Di Maio. Una sola certezza: la rivoluzione del voto del 4 marzo è più importante e profonda di quella del 1992. Ascolta RadioList. 

Brexit, Trump, Macron e Frankenstein. Benvenuti nella post-politica

Quali sono le radici del Governo Frankenstein? Cosa è successo alla politica? Ha perso il controllo, lo ha ceduto alle tecnocrazie, ai poteri irresponsabili. Sembrava funzionare, poi l'elettore ha strambato e provato a riprendersi il controllo. La cavalcata di Trump in America, la Brexit contro Bruxelles, la disperata operazione Macron in Francia per fermare la destra e il clamoroso risultato delle elezioni in Italia con l'ascesa di Lega e Cinque Stelle. Il titolare di List e Giovanni Orsina esplorano la giungla della post-politica. Ascolta RadioList. 

La crisi del Quirinale non è quella dei partiti

Il conflitto palese tra la gestione della crisi da parte del Presidente della Repubblica, il Movimento 5Stelle e soprattutto la Lega. Serve un governo politico che completi la transizione e sostituisca le attuali élite consumate con quelle nuove in via di formazione. Gli equilibri in Europa tra pochi mesi cambieranno con le elezioni del 2019. Fare un governo in Italia pensando a una situazione cristallizzata nell'Unione è un errore e può essere un rischio. Il titolare di List e Lorenzo Castellani esplorano il paesaggio del voto e il futuro scenario politico.

Il mistero e i rischi del Governo Neutrale

La scelta del Presidente della Repubblica è quella del Governo Neutrale, una categoria che non esiste perché il governo sceglie e le scelte non sono mai neutrali ma di parte. Come si è giunti a questa formula? Quali rischi comporta? Perché Sergio Mattarella non ha dato un pre-incarico per la formazione di un governo politico? Cosa accadrà in aula? Il governo del Presidente non ha i numeri e sarà uno dei temi di una campagna elettorale che s'annuncia rovente. Il titolare di List e Francesco Damato raccontano lo scenario in fieri tra il Quirinale e il Parlamento. 

Prima la politica, poi il governo del Presidente

Terzo giro di consultazioni del Capo dello Stato. Si ipotizza un Governo del Presidente, ma è davvero questa l'ultima opzione o in realtà ce ne sono altre? Può una crisi risolversi senza aver mai dato un pre-incarico o un incarico politico per formare un governo? Non ci sono precedenti simili e prima di arrivare alla soluzione del governo tecnico sarebbe auspicabile chiudere il giro di consultazioni tenendo conto del voto del 4 marzo. Il titolare di List e Francesco Damato esplorano tutte le carte a disposizione di Sergio Mattarella.

Il prossimo partito di Renzi

La Direzione del Partito democratico è l'ennesimo capitolo di una storia lunga dieci anni senza una soluzione e dissoluzione. Il titolare di List e Claudio Velardi esplorano la giungla della sinistra, la sua storia dal crollo del Muro di Berlino fino ad oggi. Quindici anni di governo del principale partito della sinistra, la trasformazione in Pd e il voto del 4 marzo che ha terminato un'esperienza figlia di due storie fallite, quella del Pci e quella della Dc. Quale sarà la prossima tappa? Le mosse di Matteo Renzi, il destino di un nuovo partito macronista. Ascolta RadioList. 

Il governo per le riforme e la palude della crisi

Trionfo del Centrodestra in Friuli Venezia Giulia (57%), la Lega vola al 35%. Le elezioni regionali indicano una tendenza, ma non risolvono il rebus del governo. Che fare? Lo stallo istituzionale può essere superato con la proposta di un governo per le riforme fatta da Renzi? Quali indicazioni vengono dal voto in FVG e perché i forni dei Cinque Stelle sembrano ormai chiusi. Quali sono le carte in mano al Presidente Mattarella? Un viaggio del titolare di List e Francesco Damato nella crisi delle istituzioni. Ascolta RadioList.

Il volo del piccolo Alfie

Il piccolo Alfie Evans è morto. L'annuncio dei genitori, Tom e Kate, su Facebook: "Il mio gladiatore ha posato lo scudo e ha spiccato il volo alle 2.30", ha scritto il padre, Tom Evans. La vicenda del bimbo inglese di 23 mesi affetto da una malattia neurodegenerativa sconosciuta ha scosso tutto il mondo per la durezza con cui il sistema sanitario britannico ha negato l'ultima speranza. Una battaglia legale dove la vita non è mai stata messa al centro, ma ai margini dell'interesse del Regno Unito. Perché? Un viaggio del titolare di List e Don Filippo di Giacomo dove tutto comincia e finisce: il mistero della vita. Ascolta RadioList.



Ci sono altri episodi disponibili, il numero totale di episodi è 100 clicca qui per visualizzare tutti gli episodi

I commenti sono chiusi.