ISSA PODCAST


Tags (categorie): Musica
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]

ISSA podcast, il podcast dedicato al rap, che racconta le storie, la carriera e gli aneddoti dei tuoi artisti preferiti oltreoceano e non.
A cura di Dave, Lorenzo e Nic.
Autore: ISSA PODCAST
Ultimo episodio: 06/03/20 14:54
Aggiornamento: 01/04/20 18:59 (Aggiorna adesso)
05. ASAP ROCKY
Il 18 Gennaio 2020, a New York, si è tenuto il 5° Yams Day, l’evento hip-
hop più atteso degli ultimi anni a partire dal 2016. La manifestazione è
stata indetta dal collettivo newyorkese Asap Mob per ricordare e
commemorare uno dei fondatori del gruppo, Asap Yams. Una festa
sfrenata piena di ospiti e musica. Il protagonista di questo episodio è uno
dei membri più noti, versatili ed innovativi del collettivo, Asap Rocky.
04. 21 SAVAGE
21 Savage, pseudonimo di Shéyaa Bin Abraham-Joseph è un rapper e produttore discografico britannico.
Ha attirato l'attenzione nell'area metropolitana di Atlanta con il suo mixtape The Slaughter Tape del 2015, prima di raggiungere l'attenzione a livello nazionale con l'album collaborativo Savage Mode con Metro Boomin con singoli di successo come No Heart e X, così come la sua partecipazione nel singolo Sneakin' di Drake del 2016.
POP SMOKE (Bonus)
Ci teniamo ad essere sinceri con voi fin dall’inizio, questa puntata non
doveva esistere, non ora almeno, non in questa circostanza. Questo
episodio nasce da una tragedia. Esattamente 5 giorni fa il rapper americano
Pop Smoke è stato ucciso ad Hollywood Hills, da due presunti ladri.
L’ennesimo giovane astro nascente dell’hip-hop fermato ancor prima di
dimostrare il suo vero potenziale. Abbiamo deciso di raccontare la sua
storia, seppur breve, per far conoscere maggiormente il suo talento anche
qui in Italia.
03. TAY-K
Il 1 Luglio del 2017 su Youtube esce un video che diventa virale in
pochissimo tempo. “The Race”, canzone di un certo Tayk. Il giovanissimo
ragazzo si diletta in un rap crudo, sopra una base semplice ma che
funziona, entra in testa.
02. TRAVIS SCOTT
Jacques Webster era un bambino come tanti altri quando, nel 2005, demoliscono il parco divertimenti della sua città, Houston. Si chiamava Six Flags Astroworld, un luogo spensierato e magico che per lui rappresentava un pezzo di cuore. Oggi quel ragazzo è tornato ad Astroworld portando con se la magia che aveva perso anni prima ridonandola a quel luogo abbandonato. Ha così creato un mondo tutto suo che nessuno è più in grado di demolire. Oggi Webster è tornato a casa ma stavolta, come Travis Scott.
01. KANYE WEST
È il 9 Febbraio del 2009, Kanye West appare sulla copertina di Rolling Stone USA destando curiosità, stupore e dubbi. Il rapper ha il volto ferito e coperto di sangue e sulla testa porta una corona di spine. “La passione di Kanye West”. Con questo titolo viene presentato l’articolo che racconta le settimane precedenti ai Grammy Awards del 2006. La potenza visiva della copertina è però così grande da condannare la rivista e l’Occidente come blasfemi. Ma il messaggio che l’artista vuole trasmettere è chiaro:
“I am a God..”

I commenti sono chiusi