ISSA PODCAST


Tags (categorie): Musica
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]

Questo è Issa Podcast, storie di Musica, storie di Rap
SEGUICI SU INSTAGRAM PER MOLTI CONTENUTI EXTRA:
https:/ / www.instagram.com/ issapodcast_/
Autore: ISSA PODCAST
Ultimo episodio: 07/06/22 13:45
Aggiornamento: 15/08/22 7:10 (Aggiorna adesso)
ISSA PILLS: QUANTO CONTANO I FEAT IN UN ALBUM ?
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - SEVEN 7OO UN ALBUM D'ESORDIO?
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS: GHALI L'ALTRA FACCIA DELL'HYPE
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS: KENDRICK LAMAR E LA DEBOLEZZA DELL'ESSERE UMANO
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - COSA STA FACENDO SFERA EBBASTA ?
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - FUTURE: NON E' AMORE A PRIMA VISTA
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
LA RAGAZZA CHE TI PIACE ASCOLTA THE WEEKND
ISSA PODCAST: Storie di musica, storie di rap.
Ogni settimana nuovi contenuti, Seguici su IG: @issapodcast_
ISSA PILLS - PUSHA T POTEVA ESSERE UN 10 MA...
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - THA SUPREME E' SOTTOVALUTATO?
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - SIRIO E' L'ENNESIMA EVOLUZIONE DI LAZZA
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - LUCHE: DOVE VOLANO LE AQUILE
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - L'ARTE DI J LORD E JOHNNY DAMA
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - FABRI FIBRA: IL SUO CAOS E' MOLTO PIU' DI UN ALBUM
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - PAKY E SALVATORE: DUE ANIME PER UN ALBUM
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedì una nuovo episodio.
ISSA PILLS - PRODUCER ALBUM: ITALIANS DO IT BETTER
Issa Pills, pillole di rap, solo su ISSA PODCAST, ogni martedi un nuovo episodio.
VEGAS JONES RACCONTA CHIC NISELLO: L'INIZIO DI TUTTO
ISSA PODCAST: Storie di musica, storie di rap.
Ogni settimana nuovi contenuti, Seguici su IG: @issapodcast_
MARRACASH: SPESSO SIAMO NOI LORO
ISSA PODCAST: Storie di musica, storie di rap.
Ogni settimana nuovi contenuti, Seguici su IG: @issapodcast_
SALMO: UNA STORIA TARGATA MACHETE
ISSA PODCAST: STORIE DI MUSICA, STORIE DI RAP
OGNI SETTIMANA NUOVI CONTENUTI
SEGUICI SU IG: @issapodcast_
DONDA: IL DECIMO NON-ALBUM DI KANYE WEST
ISSA PODCAST: STORIE DI MUSICA, STORIE DI RAP
OGNI SETTIMANA NUOVI CONTENUTI
SEGUICI SU IG: @issapodcast_
LA MUSICA DRILL: DA CHICAGO A LONDRA PT.1
Riuscire a rendere uno stile di vita una cultura e una cultura un movimento è una prova molto più complicata di quanto si possa immaginare. Soprattutto se quella tendenza fonda le sue radici in una cultura completamente diversa da quella di origine. Questa tendenza è arrivata anche in Italia e si sta facendo conoscere con il nome di Drill. Figlia di un processo confuso e disordinato, l cultura drill italiana nasce da un percorso ben più lungo e molto lontano dalla nostra realtà in cui la sperimentazione lascia spazio alla storia e alla tradizione.
STORMZY: DA SOUTH LONDON A TIME MAGAZINE
Il 28 ottobre del 2019 il settimanale americano Time dedica l’intera copertina al rapper britannico che sta letteralmente cambiando il mondo, Stormzy. Con le parole “shaping the world”, la rivista punta i riflettori sul mondo hip-hop inglese ed in particolare quello londinese, dipingendo il ritratto di un artista modello, in grado di valorizzare la gioventù nera britannica. Ma come è successo? Cioè come ha fatto un’aspirante rapper dei sobborghi di Londra a diventare il volto oltreoceano dell’immaginario underground britannico? Per capirlo dobbiamo tornare parecchio indietro, a quando Stormzy era solo un aggettivo che indentificava un turbolento carattere di un 20enne londinese.
TEDUA: UNO STILE PERSONALE
Ultimamente, in una recente intervista, Ernia ha detto una cosa importante: “La generazione rap 2016 è stata un ricorrente Sfera Ebbasta e io me ne sono volutamente discostato”. Ovviamente non si tratta di un dissing, anche perché Ernia mette Sfera sul più alto piedistallo della scena trap italiana, in qualità di trend o, se vogliamo, modello da cui molti hanno preso ispirazione e che hanno anche e soprattutto copiato spudoratamente. Il discorso di Ernia comunque tende a mettere se stesso in qualità di alternativa, come infatti ha dimostrato nel corso di questi anni. Uno stile molto più personale ed un tentativo azzardato di voler andare direttamente contro il trend del momento. Una scelta pericolosa che però si è rivelata profetica e funzionale. Tutta questa premessa serve a dire che Ernia è stato l’alternativa che ha permesso alla trap di non rimanere stantia e di evolversi in numerose sfaccettature, generando un identità italiana. In questo processo entra a pieno titolo anche Tedua.
LIL BABY: NASCERE RAPPER
Molti dicono che il rap ormai lo può fare chiunque. Basta un buon beat, una certa attitudine e qualcosa da dire, anzi, forse nemmeno quello. Basta solo cavalcare l’onda giusta e rimanere a galla, senza dimostrare nulla o tantomeno avere un particolare talento. Per me sono solo parole. La musica rap, con il passare degli anni, ci ha fatto capire che è molto di più di mode passeggere e street credibility; è sperimentazione, sound, innovazione, testi e soprattutto talento. Se chiunque può fare rap, davvero in pochi possono dire di essere nati rapper, uno di questi è Lil Baby.
CENTRAL CEE: IL NUOVO VOLTO DELLA UK DRILL
Negli ultimi anni la musica rap inglese ha raggiunto un immenso impatto mediatico, riuscendo ad imporsi anche in numerose classifiche internazionali. Una nuova ondata di stile con caratteristiche diverse dalla musica rap americana e con un estetica tipicamente europea che ne ha conferito un estremo fascino anche qui in Italia. Complice di ciò è soprattutto l’avvento e la consacrazione della musica Grime nei primi anni 2000 che ha dato un forte scossone al mondo hip-hop underground, con l’affermarsi di personaggi come Dizzee Rascal e Wiley. Questa tendenza ha dato il via alla nascita di moltissime correnti di stile e sottogeneri che hanno contribuito a solidificare la cultura hip-hop tra i confini inglesi e non solo. Tra questi vi è anche l’ultimo figlio della cosiddetta New Grime, un nome che ormai conosciamo bene anche qui in Italia, Central Cee.
LUCHE: LA CONSACRAZIONE DI UN ARTISTA
Viviamo in un epoca ormai in cui la musica è così tanto accessibile ed immediata che ci appare quasi scontato aspettarsi album, singoli e collaborazioni ogni settimana. Anzi, è strano quando questo non succede. Il mercato musicale è saturo e certe volte è anche difficile ascoltare tutte le nuove uscite e riuscire a farsi un’opinione. Non si tratta solamente di una condizione relativa ai rapper ed ai cantanti, ma riguarda anche noi ascoltatori. Siamo pigri, incontentabili, viziati, ci stufiamo subito e molto spesso non diamo il giusto peso e la giusta importanza alle novità. Ovviamente non accuso nessuno, il mondo si evolve e noi non possiamo fare altro che tentare di mantenere il passo. Tutto questo per dire che oggi è difficile affermarsi tanto quanto è difficile non farsi dimenticare, ma per Luche questo problema non esiste e oggi siamo qui per raccontare la sua storia.
SEVEN ZOO: LA NUOVA SCENA DI MILANO
Issa Podcast presente Issa Pills, l'altro lato della musica. Raccontiamo storie oltre gli artisti. Tutti quegli eventi ed i momenti su cui i riflettori si sono accessi negli ultimi anni e quei racconti e quei generi che in qualche modo hanno dato vita ad una leggenda.
BOBBY SHMURDA: IL LATO AMARO DEL SUCCESSO
Il 23 Febbraio di quest’anno, Bobby Shmurda esce finalmente di prigione
dopo ben 7 anni di attesa, processi rimandati e svariate dicerie che non
hanno fatto altro che ingigantire ancora di più la già enorme attesa che si
era creata riguardo il ritorno del rapper di Miami. Accompagnato per anni
dalle grida dei fan che intonavano l’inno “Free Bobby Shmurda”, il
giovane all’epoca 19enne, ha convissuto con la propria fama dietro le
sbarre, costruendosi la figura del rapper-criminale più famoso d’America.
FREDO: LA VOCE DEL WEST LONDON
Nell’immaginario hip-hop la vita di strada e la criminalità sono da decenni un’inesauribile fonte di fascino, non solo per quanto riguarda un concetto di attitudine ma più per quella reale condizione di rabbia e bisogno di sfogarsi con il mondo che impregna i testi e lo stile della musica rap. Ovviamente il riferimento al gangsta rap americano è impossibile da non fare, soprattutto perché ha rappresentato quella scintilla che ha espanso il fenomeno in tutta Europa. Oggi parliamo di Fredo, un ragazzo come tanti che è nato nel contesto sbagliato e ha fatto delle scelte sbagliate, ma non per questo ha rinunciato alla possibilità di poter essere qualcuno.
RKOMI: ASPETTANDO TAXI DRIVER
Parlare di musica è uno dei passatempi più belli che ci siano, soprattutto se il soggetto della discussione o di un semplice scambio di opinioni è un artista come Rkomi. Un ragazzo apparentemente semplice ma emotivamente stratificato e profondo come si può teorizzare da molti suoi testi. In questa puntata parleremo di come sia estremamente complicato fare delle scelte nella vita, di come sia quasi impossibile prevedere e programmare tutto e di come l’insicurezza e l’indecisione possano trasformarsi da palesi difetti e dei veri punti di forza.
YOUNG THUG: UN TALENTO ALIENO
Sono convinto di essere una persona molto autocritica e sono capace di riconoscere i miei limiti, capace di riconoscere quando sono in difficoltà. Ecco, ora lo sono. Inutile negare che raccontare una carriera come quella di Young Thug sia tutt’altro che semplice. Di fronte ad una mole di musica così grande e sfaccettata che risale addirittura al 2010, non posso fare altro che fare una scelta.
GUE PEQUENO: L'ARTE DI ACCONTENTARE TUTTI
È incredibile a volte come la nostalgia riesca a giocare un brutto scherzo anche a delle personalità ormai così tanto affermate del panorama musicale italiano come Gue Pequeno. I fan storici di Gue infatti ricordano sempre con piacere il periodo dei Club Dogo e alcuni addirittura incrociano le dita per una possibile reunion. Vi fermo subito.
SLOWTHAI: IL SOUND PROVOCATORIO DELLA PERIFERIA
Nonostante tra noi e l’Inghilterra non ci sia un oceano a separarci, siamo ancora quasi totalmente estranei a quello che è il panorama hip-hop britannico, che a piccoli passi si sta imponendo nel rap mainstream. Oggi vi raccontiamo di un rapper estremamente anticonvenzionale, capace di farsi riconoscere con il suo stile ibrido che ingloba una vasta quantità di generi, dall’impronta grime allo stile punk.
PLAYBOI CARTI: L'ESTENUANTE ATTESA DEL DROP
Per quanto molti di noi ormai si siano abituati all’eterno conflitto tra chi dice che Playboi Carti sia un’artista sopravvalutato e chi invece lo innalza a icona stilistica e musicale, è assodato che il suo personaggio, o la sua persona se preferite, sia un interessante mistero.
HEADIE ONE: L’IMPORTANZA DI ESSERE SE STESSI
Con questo nuovo artista, oggi, rimaniamo esattamente nello stesso luogo dove ci eravamo lasciati con Skepta, sempre a Londra, sempre a Tottenham. Headie One è l’ennesimo talento britannico che ha attirato l’attenzione del panorama hip-hop americano, ma senza privarsi di quella sorta di gavetta fatta di mixtape ed EP.
MASSIMO PERICOLO: L’INFELICE SPENSIERATEZZA DEL SUCCESSO
Ad oggi quando ascolto un brano di Massimo Pericolo penso che sia una delle penne migliori del panorama hip-hop italiano. È una mia opinione ovviamente però è ironico pensare come solo un anno fa lo abbiamo conosciuto con queste esatte parole “siamo 7 miliardi, fotte un cazzo degli altri”.
KING VON: UNA STORIA RAP AMERICANA
Avevamo in mente di parlare di questo artista da molto tempo. Volevamo concentrarci sul suo modo di rappare oltre che sulla sua incredibile originalità e attitudine che caratterizzavano il suo modo di scrivere. King Von è stato ucciso circa due settimane fa e il mondo hip-hop è in lutto per aver perso un ennesimo talento.
SKEPTA: UN MANIFESTO GRIME
In questa nuova puntata noi di Issa Podcast abbiamo deciso di fare un ulteriore passo in avanti. Vi abbiamo raccontato il rap americano, vi abbiamo introdotto al rap nostrano ed oggi sbarchiamo finalmente anche in Inghilterra e più precisamente a Londra.
SFERA EBBASTA: DA XDVR A FAMOSO
“Perdi tempo per odiarmi, sei un hater/ ma tanto tutti un giorno mi amerete”.
Sono le parole di un ragazzino che ha voglia di far conoscere la
sua musica al mondo, un ragazzino che ha fame di successo e che ostenta
quel folle coraggio di chi conosce già il suo futuro, di chi sa già come andrà a finire.
DRAKE: IL RAPPER CON LA FAMA DI UNA POPSTAR
È il 10 Febbraio 2013 e lo Staples Center di Los Angeles è allestito in
occasione della 55° edizione dei Grammy Awards. Seduto tra i vari
personaggi del mondo della musica c’è anche Drake, alla sua seconda
nomination come Miglior Album Rap.
ASAP ROCKY
Il 18 Gennaio 2020, a New York, si è tenuto il 5° Yams Day, l’evento hip-
hop più atteso degli ultimi anni a partire dal 2016. La manifestazione è
stata indetta dal collettivo newyorkese Asap Mob per ricordare e
commemorare uno dei fondatori del gruppo, Asap Yams. Una festa
sfrenata piena di ospiti e musica. Il protagonista di questo episodio è uno
dei membri più noti, versatili ed innovativi del collettivo, Asap Rocky.
21 SAVAGE
21 Savage, pseudonimo di Shéyaa Bin Abraham-Joseph è un rapper e produttore discografico britannico.
Ha attirato l'attenzione nell'area metropolitana di Atlanta con il suo mixtape The Slaughter Tape del 2015, prima di raggiungere l'attenzione a livello nazionale con l'album collaborativo Savage Mode con Metro Boomin con singoli di successo come No Heart e X, così come la sua partecipazione nel singolo Sneakin' di Drake del 2016.
POP SMOKE (Bonus)
Ci teniamo ad essere sinceri con voi fin dall’inizio, questa puntata non
doveva esistere, non ora almeno, non in questa circostanza. Questo
episodio nasce da una tragedia. Esattamente 5 giorni fa il rapper americano
Pop Smoke è stato ucciso ad Hollywood Hills, da due presunti ladri.
L’ennesimo giovane astro nascente dell’hip-hop fermato ancor prima di
dimostrare il suo vero potenziale. Abbiamo deciso di raccontare la sua
storia, seppur breve, per far conoscere maggiormente il suo talento anche
qui in Italia.
TAY-K
Il 1 Luglio del 2017 su Youtube esce un video che diventa virale in
pochissimo tempo. “The Race”, canzone di un certo Tayk. Il giovanissimo
ragazzo si diletta in un rap crudo, sopra una base semplice ma che
funziona, entra in testa.
TRAVIS SCOTT
Jacques Webster era un bambino come tanti altri quando, nel 2005, demoliscono il parco divertimenti della sua città, Houston. Si chiamava Six Flags Astroworld, un luogo spensierato e magico che per lui rappresentava un pezzo di cuore. Oggi quel ragazzo è tornato ad Astroworld portando con se la magia che aveva perso anni prima ridonandola a quel luogo abbandonato. Ha così creato un mondo tutto suo che nessuno è più in grado di demolire. Oggi Webster è tornato a casa ma stavolta, come Travis Scott.
KANYE WEST
È il 9 Febbraio del 2009, Kanye West appare sulla copertina di Rolling Stone USA destando curiosità, stupore e dubbi. Il rapper ha il volto ferito e coperto di sangue e sulla testa porta una corona di spine. “La passione di Kanye West”. Con questo titolo viene presentato l’articolo che racconta le settimane precedenti ai Grammy Awards del 2006. La potenza visiva della copertina è però così grande da condannare la rivista e l’Occidente come blasfemi. Ma il messaggio che l’artista vuole trasmettere è chiaro:
“I am a God..”

I commenti sono chiusi.