DiWineTaste Podcast - Italiano


Tags (categorie): Istruzione, Società, Arte, Training, Cucina
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]
Il podcast di DiWineTaste, alla scoperta dell'affascinante mondo del vino, della degustazione sensoriale, delle uve, la storia e i territori che rendono unica la bevanda di Bacco. Condotto da Antonello Biancalana.
Autore: Antonello Biancalana - DiWineTaste
Ultimo episodio: 30/11/18 15:45
Aggiornamento: 17/12/18 6:42 (Aggiorna adesso)
Il Migliore Vino di Novembre 2018: Brunello di Montalcino Riserva PS 2012, Siro Pacenti
Eleganza, classe, pulizia ed espressione di magnifica qualità enologica. Il Brunello di Montalcino Riserva PS 2012 di Siro Pacenti - una delle più rappresentative e significative cantine di questa celebre area vinicola della Toscana - conquista i Cinque Diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino per il mese di Novembre 2018. Un Brunello di Montalcino di infinita grandezza, degnamente accompagnato da una produzione di assoluto pregio e di impeccabile eccellenza.
Il Migliore Vino di Ottobre 2018: Donna Adriana 2016, Castel De Paolis
Castel De Paolis è da sempre dedita alla ricerca della qualità, un percorso che ha portato alla creazione di straordinari vini come Muffa Nobile, I Quattro Mori e Donna Adriana. Quest'ultimo celebre vino bianco, frutto dell'unione fra Viognier e Malvasia Puntinata del Lazio, conquista i Cinque Diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino per il mese di ottobre 2018. Un vino di enorme qualità ed eleganza, Donna Adriana 2016 è innegabilmente fra i migliori vini bianchi d'Italia, vino culto della vitivinicoltura del Lazio, di impeccabile e straordinaria eleganza.
Il Migliore Vino di Settembre 2018: Camartina 2012, Querciabella
Querciabella è una delle realtà vitivinicole più prestigiose della Toscana, conosciuta ovunque per l'eccellenza dei suoi vini. Il Camartina, prodotto da questa celebre cantina di Greve in Chianti, è certamente uno dei più affascinanti vini di Toscana nel quale il Cabernet Sauvignon incontra il Sangiovese, per un risultato di eccelsa e assoluta qualità, tale da conquistare i Cinque Diamanti di DiWineTaste e il titolo di migliore vino per il mese di settembre 2018.
Il Migliore Vino dell'Estate 2018: Montefalco Sagrantino Valdimaggio 2014 Arnaldo Caprai
Il Montefalco Sagrantino Valdimaggio è l'ultimo vino nato della cantina Arnaldo Caprai e prodotto con la celebre rossa umbra in purezza. Uscito per la prima volta con l'annata 2012, il Valdimaggio ha subito conquistato i cinque diamanti DiWineTaste, confermati con questa annata 2014. Un Sagrantino di grande classe e di elevata piacevolezza, potente e robusto, elegante e morbido, suadente e affascinante, conquista il titolo di migliore vino per l'estate 2018.
Il Migliore Vino di Giugno 2018: Montefalco Sagrantino 2013, Bocale
La cantina Bocale della famiglia Valentini è oggi fra le figure di spicco nel panorama dei vini di Montefalco e, in particolare, del Sagrantino, qui prodotto nello stile secco e passito. L'annata 2013 del Montefalco Sagrantino conquista il titolo di migliore vino del mese di giugno 2018, un vino di carattere e personalità, nel quale si esprime pienamente l'anima dei vini rossi di questo prestigioso territorio vitivinicolo dell'Umbria.
Il Migliore Vino di Maggio 2018: Montefalco Sagrantino Colle alle Macchie 2013, Tabarrini
Fra le più affermate realtà vitivinicole di Montefalco - celebre città dell'Umbria - la cantina Tabarrini è da anni alla ribalta per la qualità dei suoi vini e, in particolare, dei suoi Montefalco Sagrantino, prodotti in tre distinti oltre al tradizionale stile passito. Il Montefalco Sagrantino Colle alle Macchie 2013, oltre a conquistare, per l'ennesima volta, i cinque diamanti DiWineTaste, è il vino del mese per Maggio 2018.
Il Migliore Vino di Aprile 2018: Barolo Riserva Le Gramolere 2011, Giovanni Manzone
La cantina di Giovanni Manzone, fondata nel 1925, è innegabilmente fra le espressioni più interessanti e prestigiose di Monforte d'Alba, territorio noto per i suoi Barolo di piena struttura e potenza. Il magnifico Barolo Riserva Gramolere 2011 conquista per l'ennesima volta i cinque diamanti DiWineTaste e per la seconda volta il titolo di migliore vino del mese. Un grande vino, un magnifico Barolo, spettacolare interpretazione del Nebbiolo in terra di Monforte d'Alba.
Il Migliore Vino di Marzo 2018: Colli dell'Etruria Centrale Vin Santo Recinaio 2005, Sangervasio
Il Vin Santo di Sangervasio, cantina di Palaia, in provincia di Pisa, conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino del mese di Marzo 2018 con l'eccellente Colli dell'Etruria Centrale Vin Santo Recinaio 2005. Un grandissimo vino da uve appassite, capace di esprimere eccellenza in ogni aspetto sensoriale, prodotto da Trebbiano Toscano, San Colombano e Sangiovese.
Il Migliore Vino di Febbraio 2018: 50 & 50 2013, Avignonesi - Capannelle
Nel 1988, in occasione di una delle tante cene che due amici erano soliti organizzare, nacque uno dei grandi vini iconici e di culto dell'enologia toscana e italiana. Nato dall'unione del Sangiovese dei vigneti di Capannelle e del Merlot delle tenute di Avignonesi, il 50 & 50 è un vino di spiccata eleganza e finezza, un maestoso rappresentante della cosiddetta categoria dei "Super Tuscans" e che, ancora oggi come nel 1988, continua a stupire per la sua impeccabile qualità.
Il Migliore Vino di Gennaio 2018: Barbera d'Asti Bricco dell'Uccellone 2015, Braida
Giacomo Bologna è stato uno dei grandi personaggi del vino italiano, uno di quelli che ha avuto il coraggio di credere nella ricchezza del proprio territorio e delle sue uve, contribuendo in modo fondamentale al rilancio dell'enologia italiana. In particolare, è riuscito a trasformare un'uva, considerata da tutti umile e capace solo di vini ordinari, in una varietà di enorme pregio e qualità. Quando nel 1982 fu presentato per la prima volta il Bricco dell'Uccellone, il destino della Barbera cambiò per sempre. Un grande e maestoso vino, la Barbera d'Asti Bricco dell'Uccellone 2015 conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di gennaio 2018.
Il Migliore Vino di Dicembre 2017: Franciacorta Dosaggio Zero Gualberto 2008, Ricci Curbastro
Ricci Curbastro è fra i nomi celebri della Franciacorta, prestigiosa terra di bollicine d'Italia, fra le prime cantine ad aderire e fondare il Consorzio del Franciacorta grazie all'opera del fondatore Gualberto Ricci Curbastro. Il migliore vino di dicembre 2017 è infatti il doveroso e giusto tributo al fondatore di questa cantina, in uno stile, complessità ed eleganza davvero unici: Franciacorta Dosaggio Zero Gualberto 2008. Prodotto in prevalenza con Pinot Nero e la parte restante di Chardonnay, questo vino esprime complessità, classe ed eleganza unite alla purezza rigorosa ed esatta del dosaggio zero - o pas dosé - che porta alla creazione di un capolavoro da cinque diamanti.
Il Migliore Vino di Novembre 2017: Alto Adige Moscato Giallo Passito Serenade 2013, Kellerei Kaltern - Caldaro
La Cantina di Caldaro - Kellerei Kaltern - principale protagonista dei vini dell'omonimo lago, conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di novembre 2017 con l'eccellente Alto Adige Moscato Giallo Passito Serenade 2013. Vino raffinatissimo e di nobile eleganza, esprime straordinaria finezza con un ricchissimo bouquet di aromi di frutta tropicale. Un grandissimo vino dolce prodotto con uve passite di Moscato Giallo, impeccabile in ogni aspetto sensoriale e organolettico.
Il Migliore Vino di Ottobre 2017: Monteverro 2013, Monteverro
Il Monteverro 2013, prodotto dall'omonima cantina di Capalbio, nella maremma toscana, è il migliore vino di Ottobre 2017. Realizzato con le celebri varietà del cosiddetto taglio bordolese - Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot e Petit Verdot - Monteverro 2013 esprime magnifica eleganza, con profumi suadenti e impeccabili, un finale straordinariamente lungo. Un grandissimo vino a conferma dell'enorme potenzialità viticolturale ed enologica della maremma.
Il Migliore Vino di Settembre 2017: Farfalla Zero Dosage, Ballabio
La cantina Ballabio di Casteggio, in provincia di Pavia, dal 1905 è dedita alla produzione di vini spumanti, fra le più antiche d'Italia a dedicarsi a questo stile di vino. Con il suo Farfalla Zero Dosage - un metodo classico di raffinata eleganza e classe - conquista alla prima uscita i cinque diamanti DiWineTaste oltre al titolo di migliore vini per il mese di settembre 2017. Artefice di questa spettacolare bollicina la famiglia Nevelli - proprietaria della cantina Ballabio - e Carlo Casavecchia, enologo piemontese di chiara fama e talento he, dopo avere contribuito alla rinascita del Marsala in Sicilia, dimostra, con questo vino, la sua competenza regalandoci uno spumante metodo classico a dosaggio zero di rara eleganza.
Il Migliore Vino dell'Estate 2017: Amarone della Valpolicella Classico Riserva Capitel Monte Olmi 2011, Tedeschi
Tedeschi è una delle storiche famiglie dedite alla produzione dei vini della Valpolicella e dell'Amarone, il celebre rosso veneto, frutto di uve sapientemente appassite e trasformate nella magia chiamata vino. Il loro Amarone della Valpolicella Classico Riserva Capitel Monte Olmi 2011 - certamente fra le etichette più prestigiose del panorama enologico italiano - conferma i cinque diamanti DiWineTaste e conquista i titolo di migliore vino per l'Estate 2017.
Il Migliore Vino di Giugno 2017: Batàr 2014, Querciabella
Il grandissimo vino bianco di Querciabella - Batàr 2014 - conquista per la seconda volta il titolo di migliore vini del mese, in questo caso Giugno 2017. Un capolavoro enologico prodotto con Chardonnay e Pinot Bianco in parti uguali, magistralmente eseguito in una perfetta sinfonia di profumi ed eleganza.
Il Migliore Vino di Maggio 2017: Gran Masetto 2012, Endrizzi
Il Gran Masetto, celebre e celebrato vino rosso prodotto dalla Cantina Endrizzi di San Michele all'Adige, conquista - con l'annata 2012 - i cinque diamanti DiWineTaste e, per la terza volta, il titolo di migliore vino del mese. Un grande vino da uve Teroldego, straordinaria espressione della magnifica uva rossa autoctona del Trentino.
Il Migliore Vino di Aprile 2017: Franciacorta Dosaggio Zero Riserva D0M 2006, Mirabella
Mirabella è una delle storiche cantine della Franciacorta, fondata nel 1979 dall'enologo Teresio Schiavi e dall'Ing. Giacomo Cavalli, si è sempre distinta nel panorama enologici italiano per l'eccellenza delle sue bollicine. Il Franciacorta Dosaggio Zero Riserva D0M 2006 è certamente la dimostrazione della qualità che si produce nei vigneti di Mirabella, un Franciacorta di notevole eleganza e personalità, con un profilo organolettico che coniuga complessità a classe. Cinque Diamanti DiWineTaste e titolo di migliore vino per il mese di Aprile 2017.
Il Migliore Vino di Marzo 2017: San Leonardo 2000, Tenuta San Leonardo
Nato dall'intuizione del Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga, convinto che nella sua terra si potessero creare vini di assoluta eccellenza, il San Leonardo 2000 - la prima annata prodotta dall'enologo Carlo Ferrini dopo il passaggio di testimone ricevuto dal grande Giacomo Tachis - conferma tutta la grandezza e l'eleganza di questo immenso vino del Trentino. Diciassette anni di gloriosa evoluzione per un'eleganza impeccabile che non smentisce l'eccellenza del magnifico San Leonardo.
Il Migliore Vino di Febbraio 2017: Montefalco Sagrantino Spinning Beauty 2006, Arnaldo Caprai
Il Montefalco Sagrantino Spinning Beauty 2006 - un monumentale vino maturato per otto anni in barrique - conquista la corona di migliore vino per il mese di febbraio 2017 oltre ai cinque diamanti DiWineTaste. Un grandissimo vino, frutto della sperimentazione e lungimiranza della cantina Arnaldo Caprai, guidata da Marco Caprai, che porta il Sagrantino, ancora una volta, nella vetta dell'Olimpo mondiale dell'enologia.
Il Migliore Vino di Gennaio 2017: Conero Riserva Campo San Giorgio 2011, Umani Ronchi
Dal vigneto di Campo San Giorgio, delle tenute di Osimo di Umani Ronchi, nasce questo magnifico Conero Riserva di spiccata eleganza e carattere, un'interpretazione di Montepulciano che conquista i cinque diamanti di DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Gennaio 2017.
Il Migliore Vino di Dicembre 2016: Trento Extra Brut Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2004, Ferrari
Il Trento Extra Brut Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2004, uno dei massimi rappresentanti delle bollicine italiane nel mondo, conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Dicembre 2016. Un vino monumentale di infinita eleganza, regala ai sensi una straordinaria esperienza organolettica, dalla vista all'infinita persistenza, in una sinfonia di magnifica eccellenza enologica.
Il Migliore Vino di Novembre 2016: Aglianico del Vulture Il Sigillo 2010, Cantine del Notaio
Cantine del Notaio conquista con il suo Aglianico del Vulture Il Sigillo 2010 i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Novembre 2016. Una magnifica interpretazione di Aglianico figlio di uve surmature e appassite per un risultato di grande potenza ed eleganza, l'ennesima prova delle eccellenze che si producono in questa cantina di Rionero in Vulture.
Il Migliore Vino di Ottobre 2016: Menfi Chardonnay 2014, Planeta
Planeta è una delle più significative cantine della Sicilia, protagonista del prestigio enologico dell'isola, con tenute nelle più rappresentative aree viticolturali della regione. Il Menfi Chardonnay 2014 - uno dei vini più celebri prodotti da Planeta - conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Ottobre 2016, una magnifica interpretazione della famosa uva di Borgogna che nella terra di Menfi raggiunge vette di eccelsa qualità.
Il Migliore Vino di Settembre 2016: Amarone della Valpolicella 2016, Fattori
Per la seconda volta un vino della cantina Fattori di Terrossa di Roncà - in provincia di Verona - conquista il titolo di migliore vini del mese. Settembre vede premiato l'eccellente Amarone delle Valpolicella nato dal talento di Antonio Fattori e della sua visione del vino, un grandissimo rosso di potenza e un'eleganza affascinante e infinita.
Il Migliore Vino dell'Estate 2016: Evien Oro 2013, Ressia
Evien Oro 2013 si aggiudica il titolo di migliore vino dell'estate 2016, un grande bianco creato da fabrizio Ressia dopo avere a lungo sperimentato sulle potenzialità del Moscato Bianco in terra di Langa. Suadente, profumato e di rara eleganza, Evien Oro è il risultato della passione per i vini aromatici unita alla grandezza di un territorio generoso e prestigioso.
Il Migliore Vino di Giugno 2016: Fiano di Avellino Alimata 2013, Villa Raiano
Il Fiano è certamente una delle uve a bacca bianca più prestigiose d'Italia, madre di fantastici vini e che vede nell'Irpinia - celebre terra da vino in provincia di Avellino - una delle sue espressioni più eleganti. Vinificato in contenitori inerti, il Fiano di Avellino Alimata 2013 regala ai nostri sensi una stupenda freschezza unita a suadente morbidezza, un vino perfetto che diviene, senza dubbio, magnifico compagno della tavola.
Il Migliore Vino di Maggio 2016: Aglianico del Vulture Titolo 2013, Elena Fucci
Elena Fucci è una brava e talentuosa vignaiola della Basilicata, famosa in tutto il mondo per il suo straordinario Aglianico del Vulture Titolo, da anni vino di riferimento del suo territorio. Con l'annata 2013 - che segna l'ingresso di questa cantina nella nostra Guida - conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino per questo mese. Un grandissimo Aglianico, emblema del Vulture, che spicca per sicura classe e impeccabile eleganza.
Il Migliore Vino di Aprile 2016: Taburno Falanghina Facetus 2008, Fontanavecchia
Che la Campania fosse grandissima terra di vini bianchi - non da meno di rossi - era cosa risaputa. Il Taburno è certamente uno dei territori più interessanti di questa regione e qui, a Torrecuso in provincia di Benevento, ha sede la storica cantina Fontanavecchia, dedita prevalentemente all'Aglianico e Falanghina. Uno dei grandi vini della famiglia Rillo - il Taburno Falanghina Facetus 2008 - conquista i cinque diamanti e il sole di DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Aprile 2016. Una Falanghina infinita, densa di emozioni e strepitosa classe.
Il Migliore Vino di Marzo 2016: Montefalco Sagrantino 25 Anni 2011, Arnaldo Caprai
Per la seconda volta il Sagrantino più celebre della cantina Arnaldo Caprai conquista il titolo di migliore vino del mese. Il Montefalco Sagrantino 25 Anni, certamente fra i più apprezzati e conosciuti rappresentanti si questa uva e di questa terra, conquista e conferma inoltre i cinque diamanti DiWineTaste. Un vino che unisce potenza ed elegante, un fascino infinito fatto di magico equilibrio e classe.
Il Migliore Vino di Febbraio 2016: San Leonardo 2010, Tenuta San Leonardo
Il San Leonardo conquista per la seconda volta il titolo di migliore vino del mese. Dopo l'annata 2007, anche il 2010 si aggiudica questo titolo, oltre ai cinque diamanti DiWineTaste. Nato dall'intuizione del Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga e da Giacomo Tachis - il più grande enologo italiano - il San Leonardo è un vino di eccellenza assoluta, magnifico capolavoro di nobile eleganza e classe, frutto di Cabernet Sauvignon, Carmenére, Cabernet Franc e Merlot.
Il Migliore Vino di Gennaio 2016: Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Balciana 2013, Sartarelli
Sartarelli si dedica alla vinificazione del Verdicchio e nei loro vigneti si coltiva esclusivamente questa grandissima uva bianca delle Marche. Qui si produce anche una delle più grandi espressioni raggiunte da questa varietà - Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Balciana - prodotto con uve da vendemmia tardiva e, in certe annate, attaccate dalla muffa nobile. Un grande vino che conferma anche nell'annata 2013 il suo grande prestigio.
Il Migliore Vino di Dicembre 2015: Palafreno 2012, Querciabella
Quereciabella, una delle più prestigiose e interessanti realtà viticolturali della Toscana e d'Italia, conquista con il suo straordinario Palafreno 2012 il titolo di migliore vini di Dicembre 2015. Un Merlot di assoluta grandezza enologica, di rara pulizia e classe, Palafreno 2012 è certamente un vino che si colloca ai vertici dell'enologia mondiale, cinque diamanti DiWineTaste di eccellenza.
Il Migliore Vino di Novembre 2015: Verdicchio dei Castelli di Jesi Podium 2013, Garofoli
La famiglia Garofoli rappresenta la storia dell'enologia delle Marche, fra i protagonisti della rinascita e del successo del Verdicchio, la gigantesca uva bianca delle Marche. Al loro monumentale Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Podium 2013 abbiamo conferito il titolo del migliore vino di Novembre 2015, cinque diamanti di straordinaria classe ed eleganza.
Il Migliore Vino di Ottobre 2015: Il Moro Limited Edition 2008, Valle dell'Acate
Valle dell'Acate è una delle storiche realtà vitivinicole della Sicilia e della provincia di Ragusa. Da sempre impegnata nella produzione di vini da uve autoctone - Nero d'Avola, Frappato, Inzolia e Grillo - è una delle protagoniste del Cerasuolo di Vittoria e del Frappato di Vittoria. Nell'annata 2008 ha deciso di costruire un sogno su quella che sembrava essere un'annata eccezionale: così nasce Il Moro Limited Edition 2008, un grande vino che lascia immaginare un grande futuro per il Nero d'Avola firmato da Valle dell'Acate.
Il Migliore Vino di Settembre 2015: Gran Masetto 2011, Endrizzi
Gran Masetto è da anni presente nella nostra Guida e a ogni recensione è stato capace di conquistare i Cinque Diamanti DiWineTaste. Anche l'annata 2011 conferma lo stesso prestigioso risultato, conquistando - inoltre - il titolo di migliore vino del mese di settembre 2015, un traguardo che raggiunge per la seconda volta in due anni.
Cannonau: il Gigante Rosso di Sardegna
Il Cannonau rappresenta l'enologia dei vini rossi di Sardegna. La sua origine è stata per molto tempo dibattuta, ritenendo che fosse originaria della Spagna, dove è conosciuta come Garnacha Tinta. Importanti scoperte archeologiche in Sardegna hanno consentito di riscrivere la storia del Cannonau e della viticoltura del bacino mediterraneo, evidenziando che la celebre uva rossa è presente nell'isola da circa 3200 anni.
Il Migliore Vino dell'Estate 2015: Orvieto Classico Superiore Calcaia 2012, Barberani
Un vino magico, frutto di condizioni climatiche e ambientali assolutamente uniche e che nasce a Orvieto - in Umbria - sulle colline che dominano il lago di Corbara. Alla magia si aggiungono l'essenziale e prezioso contributo della muffa nobile - la celebre Botrytis Cinerea - e la dedizione per la qualità: così nasce l'Orvieto Classico Superiore Calcaia 2012 di Barberani, una sinfonia di profumi suadenti e un carattere affascinante. Cinque Diamanti DiWineTaste e migliore vino dell'estate 2015.
Il Migliore Vino di Giugno 2015: Soave Motto Piane 2013, Fattori
Il Soave Motto Piane è il migliore vino del mese di giugno 2015: non solo conquista i Cinque Diamanti DiWineTaste, ma anche il sole, pertanto un vino dall'eccellente rapporto qualità/ prezzo. Prodotto dalla competenza di Antonio Fattori - fra i più attenti e poliedrici vignaioli del Soave - il Motto Piane 2013 esprime eleganza ed equilibrio, oltre a pulizia esemplare. Un grande vino bianco prodotto con Garganega in purezza, appassita per 40 giorni e lasciata in parte maturare in vasche d'acciaio e parte in botte, un vino emozionante e ben fatto.
Acidità: fra Gusto ed Equilibrio
Stimolo sensoriale presente in ogni stile, l'acidità svolge un ruolo fondamentale e specifico in ogni tipo di vino. È proprio la forza e la natura di questo elemento a contribuire alla qualità e all'equilibrio del vino: dal bianco al rosso, dallo spumante ai dolci, in ognuno di questi contribuisce in modo essenziale alla piacevolezza del gusto.
Il Migliore Vino di Maggio 2015: Brunello di Montalcino Montosoli 2010, Altesino
Ancora un Brunello di Montalcino a conquistare i Cinque Diamanti di DiWineTaste e il titolo di migliore vino del mese. Il cru Montosoli, oltre ad essere uno dei più celebri rappresentanti di Brunello di Montalcino, è anche il primo cru prodotto in questo territorio nel 1975. Un vino che ha segnato la storia di Montalcino e che ancora oggi - anno dopo anno - conferma la sua eccellenza.
Intervista a Chef Tommaso Arrigoni, Ristorante Innocenti Evasioni, Milano
Chef Tommaso Arrigoni conduce dal 1998 il ristorante Innocenti Evasioni di Milano, in zona Portello, insieme a Chef Eros Picco. Oltre a curare la cucina di questo ristorante - con una stella Michelin - Chef Tommaso Arrigoni cura anche la cantina, andando personalmente alla scoperta delle bottiglie e delle cantine da aggiungere nella propria carta dei vini.
Il Migliore Vino di Aprile 2015: Montefalco Sagrantino Collepiano 2010, Arnaldo Caprai
Un grande vino e una grande uva, fra le primarie espressioni vitivinicole d'Italia, conquistano il titolo di migliore vino di questo mese. Il Montefalco Sagrantino Collepiano 2010 di Arnaldo Caprai conferma la sua grandezza anche in questa annata, regalando un equilibrio impeccabile e una grandissima interpretazione da Cinque Diamanti.
Intervista a Chef Eros Picco, Ristorante Innocenti Evasioni, Milano
Chef Eros Picco, titolare del ristorante Innocenti Evasioni di Milano - una stella Michelin - ci parla della sua visione della cucina e del vino, oltre a regalarci un'interessante ricetta a base di merluzzo. Infine, ci ricorda che uno dei suoi più celebri piatti - la terrina di Foie Gras - non sarebbe la stessa senza un ingrediente speciale: il vino passito.
Il Migliore Vino di Marzo 2015: Adarmando 2012, Tabarrini
Fra i vini più rappresentativi dell'Umbria, Adarmando è anche una delle più interessanti espressioni di Trebbiano Spoletino della regione, un'uva dalle straordinarie potenzialità e che è oramai affermato protagonista del cuore verde d'Italia. Adarmando, nell'annata 2012, conquista per la prima volta i Cinque Diamanti DiWineTaste e merita, innegabilmente, il titolo di migliore vino di Marzo 2015.
Il Migliore Vino di Febbraio 2015: Trento Extra Brut Riserva Lunelli 2006, Ferrari
Tutto nasce nel 1902 per opera dell'intuizione di Giulio Ferrari - fondatore di questa prestigiosa cantina del Trentino - quando capì la vocazione della sua terra a produrre grandi spumanti. Il Trento Extra Brut Riserva Lunelli è il risultato di questa lunga storia, straordinario rappresentante del TrentoDOC, un esempio di grande eleganza e finezza, Cinque Diamanti DiWineTaste e migliore vino di Febbraio 2015.
Moscato Bianco: il Profumo dell'Uva che si fa Vino
Il Moscato Bianco è fra le varietà più antiche a apprezzate della storia dell'umanità, decantata da molti autori del passato per i vini deliziosi che con quest'uva si producevano, trova ancora oggi una nutrita schiera di appassionati. Molto diffuso in tutta Italia, il Moscato Bianco è particolarmente celebre anche in Francia dove si producono straordinari vini dolci e secchi, tutti caratterizzati dal suadente profumo d'uva.
Il Migliore Vino di Gennaio 2015: Offida Rosso Il Grifone 2008, Tenuta Cocci Grifoni
Tenuta Cocci Grifoni è stata fondata nel 1970 da Guido Cocci Grifoni, ed è proprio in questa cantina che è stata prodotta, nel 1969, la prima bottiglia della denominazione Rosso Piceno Superiore. Dedita alla riscoperta e alla rivalutazione delle varietà bianche Pecorino e Passerina, questa cantina marchigiana è fra le principali protagoniste della denominazione Offida, alla quale appartiene il migliore vino di Gennaio 2015 - Il Grifone 2008 - cinque diamanti DiWineTaste.
Il Gusto del Vino
Introduciamo la valutazione del gusto del vino, comprendendo le parti che lo compongono e come si sviluppano, dai sapori fondamentali fino alle sensazioni tattili. Ruolo importante è infine svolto dal contributo degli aromi, senza i quali il gusto del vino - e di ogni alimento - sarebbe decisamente meno complesso e interessante.
Il Migliore Vino di Dicembre 2014: Brunello di Montalcino Poggio Doria 2007, Tenute Silvio Nardi
Brunello di Montalcino Poggio Doria è il risultato di venti anni di ricerche tese alla produzione di un grande vino, magnifica espressione di classe, raffinatezza ed eleganza. Impeccabile espressione dell'uva Sangiovese e della sua caratteristica freschezza, il Brunello di Montalcino Poggio Doria 2007 entra per la prima volta nella nostra Guida e conquista i cinque diamanti, oltre al titolo di migliore vino per il mese di dicembre 2014.
Montepulciano: Magnificenza del Centro Italia
Varietà fra le più importanti d'Italia, il Montepulciano condivide il primato della diffusione nel centro Italia con il Sangiovese, varietà con la quale - è bene ricordare - non ha nulla in comune. Capace di creare vini di grandezza assoluta, il Montepulciano regala inoltre raffinati vini rosati e perfino spumanti metodo classico.
Il Migliore Vino di Novembre 2014: Cilento Fiano Pietraincatenata 2012, Luigi Maffini
Luigi Maffini e Raffaella Gallo hanno una visione del vino molto precisa e chiara: produrre nel loro territorio - il Cilento - espressioni di elevata qualità ed eleganza attraverso l'espressione territoriale del Fiano e dall'Aglianico. Un obiettivo pienamente raggiunto, sia nei vini bianchi sia nei vini rossi, e uno di questi - il Cilento Fiano Pientaincatenata 2012 - conquista i Cinque Diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Novembre 2014.
Appunti di Degustazione
Una delle qualità di un buon degustatore è la memoria. La capacità di riconoscere le qualità di un'uva e di un vino è un valido aiuto in occasione delle degustazioni future. Prendere nota delle sensazioni percepite durante la degustazione di un vino è pertanto una pratica fondamentale e molto utile al miglioramento delle proprie capacità di degustatore.
Il Migliore Vino di Ottobre 2014: San Leonardo 2007, Tenuta San Leonardo
Il San Leonardo è certamente uno dei più grandi vini italiani e del mondo. Nato nel 1982 dal talento e dalla passione del marchese Carlo Guerrieri Gonzaga, questo straordinario taglio bordolese riesce a dimostrare puntualmente ogni anno la sua innegabile classe, eleganza e qualità. Un grandissimo vino che unisce potenza ed eleganza, un risultato strepitoso che ha pochissimi rivali nel mondo.
Müller-Thurgau: il figlio del Riesling Renano
Un tempo si credeva che Müller-Thurgau fosse il risultato dell'incrocio fra Riesling Renano e il Sylvaner, tuttavia recenti richerche hanno consentito di stabilire che si tratta invece di un incrocio fra il Riesling Renano e la Madeleine Royale. Creato alla fine del diciannovesimo secolo dal professor Hermann Müller, questa varietà è ancora oggi diffusa in Germania e in Italia.
Il Migliore Vino di Settembre 2014: San Giorgio 2005, Lungarotti
Prodotto per la prima volta nel 1977, il San Giorgio è il risultato degli esperimenti condotti da Giorgio Lungarotti nella metà degli anni 1970 quando decise di introdurre nelle sue vigne il Cabernet Sauvignon che poi unì al Sangiovese e al Canaiolo Nero. Un vino straordinario che nell'annata 2005 conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di settembre 2014.
La Degustazione Comparativa per Contrasto
Sapere riconoscere le singole varietà e i vini è un'arte che si apprende con il tempo e con tanta dedizione. Un metodo per iniziare a comprendere le differenze fra le singole varietà è quello di confrontare per contrasto due o più vini. Saranno proprio le differenze a rendere evidenti le caratteristiche specifiche di ogni varietà.
Il Migliore Vino dell'Estate 2014: Vin Santo di Montepulciano Occhio di Pernice Dolce Sinfonia 2004, Bindella
Bindella, nota cantina di Montepulciano e principalmente impegnata nella produzione di Vino Nobile, delizia i sensi degli appassionati anche con due straordinari Vin Santo, entrambi dedicati a Giuseppe Verdi. Al raro e prestigioso Occhio di Pernice 2004 abbiamo conferito il titolo di migliore vino per l'estate 2014: un grandissimo vino, un'infinita sinfonia di profumi ed emozioni.
L'Aglianico del Vulture raccontato da Gerardo Giuratrabocchetti, Cantine del Notaio
Gerardo Giuratrabocchetti - proprietario ed enologo di Cantine del Notaio di Rionero in Vulture - racconta ai lettori di DiWineTaste il celebre territorio della Basilicata e l'Aglianico, prestigiosa uva del sud Italia, varietà di estrema versatilità capace di produrre stili molto diversi fra loro, dallo spumante a robusti vini rossi.
Il Migliore Vino di Giugno 2014: Montefalco Sagrantino Chiusa di Pannone 2007, Antonelli San Marco
La cantina Antonelli San Marco è stata fondata nel 1881 da Francesco Antonelli e da allora qui si producono eccellenti vini e olio d'oliva. La cantina è oggi guidata da Filippo Antonelli che, con immutata dedizione alla qualità, produce Sagrantino di Montefalco con una spiccata eleganza, da sempre fattore identificativo dei suoi vini. Il Montefalco Sagrantino Chiusa di Pannone 2007 conquista i cinque diamanti di DiWineTaste e il titolo di migliore vino di giugno 2014.
Barbera: la Rossa Freschezza del Piemonte
Uva dalle antichissime origini - in larga parte sconosciute - già nel medioevo si parla della "Grissa", uva rossa che, con molta probabilità, corrisponde alla Barbera. Uva che in passato era associata alla produzione di vini comuni, grazie al caparbio lavoro dei produttori piemontesi, oggi la Barbera è madre di grandissimi vini, fra le eccellenze d'Italia.
Il Migliore Vino di Maggio 2014: Montefalco Sagrantino 25 Anni 2009, Arnaldo Caprai
La cantina Arnaldo Caprai - fondata nel 1971 - ha sempre creduto nelle enormi potenzialità del Sagrantino, soprattutto quando erano in pochi a Montefalco a dedicarsi alla sua produzione. Con l'arrivo di Marco Caprai, che dal 1988 guida con successo questa straordinaria cantina Umbra, il Sagrantino e Montefalco iniziano un nuovo viaggio e una nuova vita alla conquista del mondo. Il monumentale Montefalco Sagrantino 25 Anni 2009 - emblema della rinascita di questo territorio - è il migliore vino di maggio 2014.
Il Calice da Degustazione
Il degustatore svolge il proprio lavoro sia attraverso i propri sensi sia attraverso l'uso del calice, strumento fondamentale che consente il corretto apprezzamento delle qualità sensoriali di un vino e, in particolare, dei suoi difetti. Non solo un semplice bicchiere dal quale sorseggiare un vino, ma soprattutto uno strumento tecnico capace di favorire il complesso processo dell'analisi sensoriale.
Il Migliore Vino di Aprile 2014: Montefalco Sagrantino Colle alle Macchie 2009, Tabarrini
Giampaolo Tabarrini è un vignaiolo appassionato e vulcanico che ha fatto del Sagrantino la sua passione principale. Al suo Montefalco Sagrantino Colle alle Macchie 2009 abbiamo conferito i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Aprile 2014, un traguardo al quale si unisce il Montefalco Sagrantino Passito Colle Grimaldesco 2008.
Friulano: una Grande Uva per Grandi Vini
Oggi si chiama semplicemente Friulano, ma questa grande uva del Friuli Venezia Giulia - un tempo Tocai Friulano e conosciuta ancora oggi nel mondo come Sauvignon Vert o Sauvignonasse - è stata da sempre capace di dare vini di grande struttura e longevità, tutti all'insegna di una vibrante freschezza e un piacevolissimo carattere di mandorla.
Il Migliore Vino di Marzo 2014: Roero Riserva Roche d'Ampsej 2009, Matteo Correggia
Il Roche d'Ampsej è il capolavoro di Matteo Correggia, indimenticabile vignaiolo delle Langhe e del Roero che, in pochi anni, ha saputo conquistare la scena mondiale, ottenendo ovunque straordinari successi e riconoscimenti. Oggi l'eredita di Matteo Correggia continua nel lavoro della moglie Ornella Costa e dei loro figli, producendo grandi vini in questo grande territorio della provincia di Cuneo.
Avviamento allo Studio della Valutazione Olfattiva del Vino
Il riconoscimento dei profumi di un vino richiede pratica, memoria ed esperienza, qualità che non possono essere apprese in poco tempo. All'inizio è bene concentrarsi sui profumi che si riconoscono con maggiore facilità, come quelli di frutti e fiori.
Il Migliore Vino di Febbraio 2014: Trento Brut Riserva Methius 2007, Dorigati
Methius è uno dei rappresentanti più significativi della storia del metodo classico in Trentino e della denominazione Trento DOC. Nato nel 1986 per opera di Carlo Dorigati ed Enrico Paternoster, oggi è la quinta generazione della famiglia Dorigati - rappresentati da Paolo e Michele - a continuare il prestigio di questo importantissimo vino italiano.
Aglianico: Forza e Carattere del Sud Italia
Forza e carattere, ma anche eleganza e versatilità, l'Aglianico è capace di esprimere la sua grandezza dai vini spumanti ai vini dolci, passando per i bianchi, rosati e, ovviamente i grandi rossi. Uva di spiccata personalità, l'Aglianico è il protagonista assoluto di Campania e Basilicata.
Il Migliore Vino di Gennaio 2014: Sangiovese di Romagna Superiore Riserva Thea 2010, Tre Monti
Al più celebre dei vini della cantina Tre Monti di Imola, gestita con successo da Sergio Navacchia e dai figli Davide e Vittorio, va il titolo di migliore vino di Gennaio 2014. Si tratta del Sangiovese di Romagna Superiore Riserva Thea 2010, un magnifico esempio di come la celebre uva rossa possa raggiungere risultati di eccellenza nel territorio di Romagna.
L'Approccio della Valutazione Olfattiva
L'analisi olfattiva di un vino è la parte più complessa dell'intero processo della degustazione ma certamente anche quella più ricca di soddisfazioni. Richiede esperienza, memoria e il giusto approccio alle fasi iniziali della valutazione. In questo episodio Antonello Biancalana ci spiega cosa fare quando si porta per la prima volta il calice al naso.
Il Migliore Vino di Dicembre 2013: Maximo 2010, Umani Ronchi
Tre i vini premiati questo mese con i cinque diamanti: Pelago 2009 e Maximo 2010 della Umani Ronchi e I Sodi di San Niccolò 2008 di Castellare di Castellina. Il titolo di migliore vino per il mese di Dicembre 2013 è stato assegnato a Maximo 2010, un capolavoro nato dal talento di Giacomo Tachis e del quale la prima annata fu il 1992, prodotto con uve Sauvignon Blanc impreziosite dalla Botrytis Cinerea.
Garganega: La Bianca Regina del Veneto e del Soave
Varietà antica e profondamente legata al territorio delle provincie di Verona e Vicenza, la Garganega è capace di produrre vini di magnifica eleganza, sia negli stili secchi sia in quelli dolci da uve appassite. Con il tempo, e le opportune condizioni viticolturali ed enologiche, la Garganega dimostra di avere ottime possibilità di affinamento in bottiglia, restituendo vini di interessante complessità.
Il Migliore Vino di Novembre 2013: Avvoltore 2010, Moris Farms
La famiglia Moris, di origini spagnole, si dedica da oltre 200 anni alla produzione di vino a Massa Marittima, in Maremma, ed è fra le cantine che hanno determinato il successo del Morellino di Scansano nel mondo. Celebri anche per l'Avvoltore che, nella vendemmia 2010, si aggiudica i cinque diamanti di DiWineTaste e il titolo di migliore vino di Novembre 2013.
Le Fasi della Valutazione Olfattiva
La valutazione olfattiva del vino è certamente l'aspetto più importante dell'esercizio della degustazione. Questo importante esame si compone di tre fasi distinte, ognuna delle quali consente la determinazione dei difetti, l'apertura e il profilo aromatico di un vino.
Il Migliore Vino di Ottobre 2013: Gran Masetto 2009, Endrizzi
Il nostro comitato di degustazione conferisce al Gran Masetto 2009 delle cantine Endrizzi, il titolo di migliore vino di ottobre 2013. Un grande vino prodotto con Teroldego, la grande uva autoctona del Trentino che, in questo vino, esprime potenza, eleganza e classe.
Nero d'Avola: la Rossa di Sicilia
Varietà dalle origini incerte, benché riconosciuta come autoctona della Sicilia, il Nero d'Avola è la protagonista della maggioranza dei vini rossi dell'isola. Uva versatile, capace di produrre vini immediati e diretti, fino ad esempi di struttura e complessità, quando vinificata in botte e coltivata con principi di qualità.
Il Migliore Vino di Settembre 2013: Trento Riserva Brut Altemasi Graal 2005, Cavit
Altemasi è la linea dei Trento DOC prodotta da Cavit e composta da ben cinque vini. La nostra commissione di degustazione ha valutato l'intera gamma e, fra questi, ha premiato con i cinque diamanti il Trento Riserva Brut Altemasi Graal 2005, un eccellente metodo classico che spicca per eleganza e classe.
Introduzione all'Esame Olfattivo del Vino
L'esame olfattivo di un vino è la fase più difficile della degustazione, ma anche quella più entusiasmante e interessante, capace di determinare, in buona parte, la qualità di un vino. Dalla valutazione dei difetti alla percezione degli aromi positivi, il naso può raccontare molto sul carattere di un vino.
Il Migliore Vino dell'Estate 2013: Barolo Riserva Le Gramolere 2005, Giovanni Manzone
La nostra commissione di degustazione ha continuato il suo lavoro anche al caldo di questa estate, valutando - fra i tanti - anche i Barolo delle cantine Ettore Germano e Giovanni Manzone. Scelta non facile, vista la qualità di entrambe le cantine, ma alla fine abbiamo scelto il Barolo Riserva Le Gramolere 2005 di Manzone, al quale va il nostro titolo di migliore vino dell'estate 2013.
Pinot Nero: Suprema Classe e Nobile Eleganza
Il Pinot Nero è una varietà di notevole versatilità, capace di produrre fra i vini rossi più eleganti del mondo e fra i vini spumanti più prestigiosi, come lo Champagne. Varietà difficile da coltivare in vigna e da vinificare, il Pinot Nero divide gli appassionati di vino fra quelli che la amano e quelli ai quali risulta indifferente.
L'Aspetto dei Vini Fortificati
I vini fortificati, o liquorosi, sono probabilmente lo stile meno diffuso di tutto il panorama enologico. Questo particolare stile di vini offre ai sensi del degustatore una delle più entusiasmanti esperienze sensoriali, a partire dall'aspetto. Un capolavoro figlio del tempo e dell'ossidazione che, in questo caso, assume nobiltà.
Il Migliore Vino di Giugno 2013: Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2006 e 2001, Godiolo
L'azienda agricola Godiolo di Montepulciano e gestita da generazioni dalla famiglia Fiorini, usa le tradizionali uve di questa storica e prestigiosa area vinicola della Toscana: Prugnolo Gentile, Canaiolo Nero, Colorino e Mammolo. Con queste uve nascono, ex aequo, i due migliori vini di Giugno 2013: il Vino Nobile di Montepulciano Riserva nelle annate 2006 e 2001.
L'Aspetto dei Vini Dolci da Uve Appassite
I vini dolci da uve appassite, comunemente detti "vini passiti", si producono sia con uve bianche sia con uve rosse, restituendo al calice colori di profonda intensità e trasparenze piuttosto ridotte, oltre a una viscosità ben visibile nelle pareti del calice.
Il Migliore Vino di Maggio 2013: Barolo Bussia 2008, Giacomo Fenocchio
La cantina Giacomo Fenocchio si trova a Monforte d'Alba ed è stata fondata nel 1864. Ancora oggi produce Barolo seguendo la tradizione di queste terre in tre prestigiosi cru di questo nobile territorio: Cannubi a Barolo, Villero a Castiglione Falletto e Bussia a Monforte d'Alba. Il Barolo Bussia 2008 conquista i cinque diamanti DiWineTaste e il titolo di migliore vino di questo mese.
Fiano: Il Re dei Bianchi Italiani
Fra le uve a bacca bianca più interessanti del panorama enologico Italiano, il Fiano era considerato un membro della storica famiglia delle uve apiane, tuttavia si suppone anche che il nome derivi da "Apia", l'antico nome del Peloponneso da dove, forse, è stato introdotto in Campania.
L'Aspetto dei Vini Spumanti
Nella valutazione dell'aspetto dei vini spumanti l'effervescenza e le bollicine svolgono generalmente un ruolo fondamentale. L'aspetto dei vini spumanti non è, ovviamente, solo bollicine, ma è da questa caratteristica che spesso si può determinare la qualità del metodo di produzione.
Il Migliore Vino di Aprile 2013: Cinqueterre Tramonti 2011, Arrigoni
La famiglia Arrigoni produce vino in Liguria e in Toscana. Il loro Cinqueterre Tramonti 2011 conquista il titolo del migliore vino di Aprile 2013, un vino ricco di personalità e carattere, con un affascinante profumo di brezza di mare.
Il Colore del Vino Rosso
Il colore del vino rosso fornisce all'assaggiatore molte informazioni circa la coltivazione dell'uva, la varietà, il territorio, il suolo e la tecnica enologica. Spesso la ridotta trasparenza è considerata come fattore di qualità, ma non tutte le uve rosse sono capaci di creare vini dall'aspetto cupo e impenetrabile.
Nebbiolo: Potenza, Eleganza e Nobiltà
Madre dei più grandi vini rossi del Piemonte e della Lombardia, il Nebbiolo è presente anche il valle d'Aosta e in Sardegna. Re incontrastato dei vigneti nelle Langhe piemontesi, il Nebbiolo unisce un carattere di potenza al quale si sposa una nobile eleganza.
Il Migliore Vino di Marzo 2013: Dolcetto d'Alba Bricco Caramelli 2011, Mossio
La vigna e la cantina dei Fratelli Mossio si trova a Rodello, su una collina che domina la città di Alba. Qui troviamo, nella parte più alta della tenuta, il Bricco Caramelli dove si coltivano uve Dolcetto e che regalano a questo magnifico vino carattere, potenza ed eleganza.
Il Colore del Vino Rosato
I vini rosati sono probabilmente lo stile di vino meno compreso e meno considerato nel panorama enologico. In realtà sono dei vini prodotti con una tecnica specifica e hanno dignità e valore enologico proprio, un carattere unico che è ben visibile nel loro colore.
Intervista al Marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga, Tenuta San Leonardo
Antonello Biancalana intervista il Marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga, in occasione del seminario di Milano dedicato ai vini della Tenuta San Leonardo di Borghetto all'Adige, in provincia di Trento. Il racconto della straordinaria storia di una delle più prestigiose cantine d'Italia e della nascita del San Leonardo, il grande vino creato dal Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga, un magnifico esempio di classe ed eleganza.
Il Migliore Vino di Febbraio 2013: Brunello di Montalcino Vigneto Manachiara 2006, Tenute Silvio Nardi
Tenute Silvio Nardi è guidata con successo da Emilia Nardi, prestigiosa cantina di Montalcino, fra le realtà vitivinicole del territorio più significative per la produzione del celebre vino toscano. Al loro Vigneto Manachiara annata 2006 abbiamo conferito il titolo del migliore vino di febbraio 2013.
Cabernet Sauvignon: il Discendente della Vitis Biturica
Fra le uve rosse più importanti del mondo, il Cabernet Sauvignon è la regina dei vigneti di Bordeaux - in particolare del Médoc e delle Graves - introdotta in questo territorio nel primo secolo DC dai Romani, è la diretta discendente della Vitis Biturica.
Il Colore del Vino Bianco
Riprendiamo il tema della degustazione sensoriale del vino e, in particolare, dell'aspetto del vino. In questa puntata si parla del colore del vino bianco, della sua evoluzione e dei fattori che ne determinano la tonalità.
Il Migliore Vino di Gennaio 2013: Amarone della Valpolicella Classico Capitel Monte Olmi 2007,Tedeschi
Gennaio 2013 ha visto tre vini raggiungere il risultato dei cinque diamanti di DiWineTaste, due di questi prodotti da Villa Mongalli di Bevagna - il Sagrantino di Montefalco della Cima 2004 e 2006 - e il terzo prodotto dalla famiglia Tedeschi di Pedemonte a San Pietro in Cariano. All'Amarone della Valpolicella Classico Capitel Monte Olmi 2007 il titolo di migliore vino di gennaio 2013.
Sauvignon Blanc: Il Fascino della Freschezza Erbacea
In questo episodio si parla di una delle uve più celebri al mondo, capace di regalare vini di spiccata freschezza ed eleganza, alle quali si unisce una piacevole mineralità. Il Sauvignon Blanc è un'uva che ama i climi freschi, mentre nelle aree calde del mondo perde gran parte delle sue piacevoli qualità.
Introduzione all'Esame Visivo del Vino
La prima delle puntate dedicate all'analisi dell'aspetto del vino, una valutazione che va ben oltre la semplice determinazione del colore e la definizione dello stile. Dall'aspetto si possono comprendere le qualità dell'uva, l'andamento della stagione e le pratiche enologiche e colturali.
Introduzione alla Degustazione Sensoriale del Vino
Antonello Biancalana introduce la degustazione sensoriale del vino, un argomento fondamentale che ogni appassionato di vino dovrebbe conoscere così da potere meglio apprezzare la bevanda di Bacco. In questa puntata si parla delle fasi fondamentali della degustazione: vista, olfatto e gusto.


Ci sono altri episodi disponibili, il numero totale di episodi è 109 clicca qui per visualizzare tutti gli episodi

I commenti sono chiusi