Voci di impresa


Tags (categorie): Politica
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]

Passano la vita a costruire un sogno, ognuno ha la sua storia. Grandi e piccoli imprenditori, aziende del nord e del sud, new business e tradizione, si raccontano in "Voci d'Impresa, vite e storie dietro l'azienda" e in "Voci di piccola impresa, idee anticrisi". La trasmissione Voci d'Impresa dedica puntate monografiche alla storia di un imprenditore, della sua famiglia e della sua azienda, per raccontare come è nata e si è sviluppata l'idea imprenditoriale, quali sono stati i momenti difficili ed i momenti buoni, come la vita dell'azienda si è intrecciata con la vita delle persone che l'hanno creata. In Voci di Piccola Impresa gli imprenditori a più voci spiegano come hanno fatto, nonostante la crisi, a trasformare le idee innovative in progetti e fatturato, da soli o aiutati da incubatori, università, camere di commercio, business angels. Ascoltarli vale mille astuzie: istruzioni per l'uso, suggerimenti e dritte da imitare per chi vuole sviluppare un proprio sogno di impresa perché diventi realtà ma non sa proprio da dove partire e come iniziare. E come farcela!
Autore: Radio 24
Ultimo episodio: 04/02/23 15:06
Aggiornamento: 07/02/23 21:10 (Aggiorna adesso)
Quando l'idea diventa impresa
Da un'idea nasce un'impresa. Succede in ogni angolo d'Italia. Originalità, voglia di fare, capacità di scommettere sono gli ingredienti della ricetta.
Oggi tre testimonianze di impresa che ben interpretano queste caratteristiche. Trame di vita e di lavoro messe in luce nel corso della tappa di Napoli di "Imprese vincenti", il roadshow organizzato da Intesa Sanpaolo per valorizzare le piccole e medie imprese. La prima azienda del Sud che raccontiamo nella puntata di oggi è "Ro.Ga": a Enna produce presidi ortepedici. Poi la storia di "Pnd", azienda di Scafati (Salerno) specializzata in costruzioni elettromeccaniche dedicate ad un settore specifico: l'agro-alimentare. E infine quella di "Al.Re" e del marchio "Mindujo" che ha sede a Rende (Cosenza). Prepara e commercializza panini "imbottiti" con i prodotti tipici della tradizione calabrese.
Sostenibilità, valore aggiunto per crescere - di Andrea Ferro
La sostenibilità, come valore aggiunto lungo il percorso di crescita dell'azienda, è il filo conduttore che lega le tre storie di oggi. Tre testimonianze selezionate tra quelle proposte nella tappa di Roma di "Imprese Vincenti", il roadshow organizzato da Intesa San Paolo per mettere in luce esempi virtuosi tra le piccole e medie imprese, spina dorsale del nostro sistema produttivo.
In primo piano quindi la trama di lavoro e di impresa di "Bioalimenta", azienda abruzzese, specializzata nella produzione di pasta "Gluten Free". Quindi, dalla provincia di Viterbo, la storia di "Ceramica Flaminia". Infine, dal pescarese, l'avventura imprenditoriale dell'azienda vinicola "Rosarubra".
Impresa e innovazione, testimonianze di successo
L'innovazione come elemento decisivo per spingere la crescita di un'azienda. Innovazione intesa sul fronte del prodotto e della produzione pur rimanendo agganciati alle specializzazioni tradizionali e al proprio territorio. È il filo conduttore che lega le tre aziende protagoniste di questa puntata, aziende selezionate nell'ambito della tappa di Bologna di Imprese Vincenti, il roadshow promosso daIntesa Sanpaolo per mettere in vetrina eccellenze tra le piccole e medie imprese. Sono "Diemme Enologia" di Lugo di Romagna, specializzata in macchine e tecnologie per la vinificazione, "Fiorini International" che produce imballaggi in carta, e "Zaccanti", azienda specializzata in tecnologie e apparecchiature elettromedicali.
Umbria e Toscana, storie di eccellenze imprenditoriali
Protagoniste di questa puntata tre aziende specializzate in settori diversi ma accomunate da un percorso di crescita accelerato dagli investimenti in ricerca e sviluppo. Tre avventure imprenditoriali selezionate nell'ambito di "Imprese Vincenti", il roadshow promosso da Intesa Sanpaolo con l'obiettivo di valorizzare le piccole e medie imprese. Questa settimana lo speciale Giro d'Italia ha fatto tappa a Firenze per raccontare aziende toscane e umbre.


La prima storia ci porta nel cuore dell'Umbria, a Campello sul Clitunno, dove è sbocciata e si è sviluppata l'avventura imprenditoriale di "Meccanotecnica Umbra", azienda meccanica specializzata in componenti per vari settori. Poi spazio al "Gruppo Sitem", altro marchio internazionale nella meccanica, con sede a Trevi. Quindi, da Sesto Fiorentino, la testimonianza imprenditoriale di "Everex", società di ingegneria che nel tempo si è specializzata nella produzione di strumenti per le analisi diagnostiche e di distributori automatici.
Quando fare impresa diventa una sfida vincente
Storie di sfide imprenditoriali, di coraggio. Trame di vita, di famiglia e di lavoro sviluppate sulla forza di un'idea, di un progetto. Anche in questa puntata proponiamo tre testimonianze di avventure imprenditoriali selezionate nell'ambito di "Imprese Vincenti", il roadshow di Intesa Sanpaolo che mette al centro dell'attenzione le piccole e medie imprese. Questa volta questo speciale giro d'Italia ha fatto tappa a Venezia.Da Mogliano Veneto, la storia di "Roger Technology". Produce dispositivi per l'automazione di porte e cancelli.La seconda azienda protagonista della puntata di oggi è "Inox e Inox". E' specializzata in attrezzature per la ristorazione, dai ristoranti stellati alle mense aziendali. Ha sede a Maserada sul Piave, ancora in provincia di Treviso.A Muzzana del Turgnano, in provincia di Udine ha sede "Zanutta". Distribuisce e produce tutto quanto serve per l'industria delle costruzioni.
Nord Est, terra fertile per sfide imprenditoriali
Un'azienda specializzata nel settore della pietra naturale per l'edilizia e l'arredamento, "Marmi Corradini Group". Un'altra, "Starpool", in soluzione per il wellness. Un'altra ancora, "Tonello" nel finissaggio di capi di abbigliamento. Sono le tre protagoniste della puntata di oggi selezionate nell'ambito della tappa di Padova del roadshow "Imprese Vincenti", l'iniziativa organizzata da Intesa Sanpaolo per offrire una vetrina alle piccole e medie imprese.
Creatività imprenditoriale, storie di successo
Da Bergamo, sede della nuova tappa della quarta edizione di "Imprese Vincenti" (l'iniziativa di Intesa Sanpaolo per valorizzare testimonianze di eccellenza tra le Pmi), tre storie di creatività e tenacia imprenditoriale.
La prima impresa protagonista della puntata di oggi è "Sisme", un'azienda meccanica. Poi la trama di vita, di famiglia e di lavoro di "Tessitura Taiana", una storia iniziata tra le due guerre. Infine "Elmec", un'azienda di informatica e servizi.
Ricerca e sviluppo, tre storie "vincenti"
Testimonianze di imprese e imprenditori che hanno saputo valorizzare il prodotto grazie a investimenti in ricerca e sviluppo. Tre storie che arrivano dalle province lombarde selezionate tra quelle protagoniste della tappa di Brescia del roadshow "Imprese Vincenti", l'iniziativa organizzata da Intesa Sanpaolo per mettere in vetrina avventure imprenditoriali di eccellenza.
La prima arriva dalla Val Trompia, nel bresciano: è quella di "Rbm", impresa del settore termosanitario. Poi, da Castel d'Ario, l'avventura imprenditoria del marchio Nalini e di "Moa Sport". Infine da Scandolara Rivara, in provincia di Cremona, la testimonianza di "Rivaroli", azienda specializzata in imballaggi in cartone e packaging sostenibili e anche in mobili in cartone ondulato.
Digitalizzazione, tre storie vincenti
Tre aziende, tre avventure imprenditoriali che hanno fatto degli investimenti in digitalizzazione e ricerca e sviluppo la chiave della loro crescita. Sono state selezionate nell'ambito della tappa di Cuneo della quarta edizione di "Imprese Vincenti", il roadshow di Intesa Sanpaolo, che valorizza esempi di eccellenza.



La prima storia arriva dalla provincia di Alessandria. A Terruggia ha sede "Pastorfrigo", azienda specializzata nella produzione di banchi refrigerati.


A Borgo San Dalmazzo da oltre un secolo "Dino Bikes" "fabbrica" biciclette. È questa la seconda testimonianza di "impresa vincente".


Sempre dal cuneese, la terza. È l'avventura imprenditoriale di "Multitel Pagliero" che, dal suo quartier generale di Manta, è specializzata in attrezzature per il lavoro aereo.
Sant'Agostino, l'innovazione nelle piastrelle
Dalla provincia di Ferrara ai mercati di tutto il mondo. È la direzione intrapresa dalle piastrelle prodotte da Ceramica Sant'Agostino. Il nome dell'azienda deriva dal paese dove (negli Anni Sessanta) è sbocciata l'avventura imprenditoriale: Sant'Agostino appunto, una frazione di 7 mila anime, del comune di Terre del reno.
Innovazione e sostenibilità sono i punti cardinali lungo i quali ha fatto rotta l'azienda, un classico esempio vincente di impresa famigliare. Filippo Manuzzi, oggi ceo di Ceramica Sant'Agostino, racconta questa trama di vita e di lavoro.
Ceramica Piemme, le piastrelle "sostenibili"
Sostenibilità e innovazione sono i punti cardinali sui quali si è sempre orientata l'avventura imprenditoriale di "Ceramiche Piemme" sbocciata a Fiorano modenese, nella culla del comparto ceramico italiano. L'azienda, che nel 2021 ha prodotto 7,5 milioni di metri quadrati di piastrelle, quest'anno compie 60 anni. Sergio Bondavalli, amministratore delegato, ripercorre la storia dell'impresa.
Innovazione e tradizione, tre storie di successo
Tre storie, tre testimonianze di piccole e medie imprese che hanno saputo fare delle idee e delle innovazioni la carte vincenti per sviluppare prodotti e business. Arrivano dalla seconda tappa, in scena a Torino, di "Imprese Vincenti", il roadshow promosso daIntesa Sanpaolo per valorizzare le eccellenze.
La prima storia è quella di "Propagroup", azienda che si occupa di imballaggi, prodotti, dispositivi e accessori di protezione. Poi "Aurora", azienda leader nella produzione di penne stilografiche e "Tekfer", azienda meccanica specializzata nel settore del segnalamento ferroviario.
Milano, Monza e Brianza, storie di imprese vincenti
Esempi di eccellenza imprenditoriale, storie di aziende e di famiglie che credono nell'innovazione e nel prodotto, capaci di rendersi competitive per inseguire nuovi mercati. In questa puntata tre avventure imprenditoriali selezionate nell'ambito della quarta edizione di"Imprese Vincenti", il roadshow organizzato da Intesa Sanpaolo per valorizzare e premiare esperienze imprenditoriali d'eccellenza. La partenza di questo giro d'Italia è avvenuta con la tappa "Milano, Monza e Brianza".
Ai nostri microfoni si alternano Gianluca Ramploud, amministratore delegato di "Novacavi", Lara Botta, vice presidente di "Botta EcoPackaging", e Paolo Rastelli di "Bruschi".
Sgambaro: pasta di grano duro italiano da tre generazioni
 La storia della famiglia Sgambaro è legata da tre generazioni alla produzione della pasta di grano duro italiano: parte con il mulino di Tullio Sgambaro a Cittadella, in provincia di Padova, e arriva fino ad oggi, quando dall'azienda di Castello di Godego in provincia di Treviso, escono ogni giorno 150 tonnellate di pasta di alta qualità, fatta con grano duro esclusivamente italiano. Alla guida c'è Pierantonio Sgambaro, nipote di Tullio.
Dai pacchi ai carrozzieri: i nastri adesivi di Nar Spa
Produce ogni anno 500 km quadrati di nastro adesivo: nastri in plastica per l'imballaggio, in carta per l'automotive, l'elettronica e la decorazione, nastri richiesti in tutto il mondo. È la NAR di Legnaro, in provincia di Padova, azienda familiare con 60 anni di storia creata dell'ingegno creativo di Antonio Righetti, che da operaio curioso ha intravisto le potenzialità di un nastro che chiudesse i cartoni molto più velocemente di quando si faceva con la juta. Il figlio Carlo Maria Righetti ne ha raccolto il testimone.
La tradizione dell'espresso italiano racchiusa in una capsula: la storia di Covim
La storia di Covim è la storia della tradizione del caffè espresso italiano. Tutto ha inizio a Genova, dove, a cavallo tra gli anni '60 e '70, nascono due grandi realtà destinate a essere in competizione per oltre vent'anni. Nel 1969 Osvaldo Picci, insieme ad alcuni soci, fonda Coveca. Pochi anni più tardi Federico Solari, con il supporto dei fratelli, apre la Compagnia Mediterranea Caffè. Presto le due società capiscono che per essere competitive sul mercato è necessario fare sistema. Decidono quindi di allearsi e dare vita a Covim. Con l'ingresso nel mercato del vending, la nuova società diventa in pochi anni leader nel campo del caffè porzionato e cresce costantemente fino al 2020, quando scoppia la pandemia di Covid-19. Superate le fasi più dure della crisi, Covim è pronta ad affrontare le sfide del futuro. Nuove difficoltà si stagliano all'orizzonte, come l'aumento dei prezzi delle materie prime e il tema della sostenibilità. Ma l'azienda guarda sempre avanti, con l'obiettivo di tramandare la tradizione del caffè espresso italiano anche alle prossime generazioni.
Mta, componenti per automotive made in Codogno
Era il 1954 quando, a Codogno, Antonio Falchetti avviò la produzione di fusibili per ascensori. Oggi il gruppo Mta, diretto da un altro Antonio Falchetti (nipote del fondatore) è una multinazionale che produce componenti per automotive (in particolare fusibili e valvole elettriche). Una storia di famiglia e di impresa saldamente legata alle proprie origini dalle quali, nel tempo, ha saputo trarre linfa e stimoli per la crescita. Antonio Falchetti ripercorre questa trama di vita e di lavoro.
Gruppo Illiria, la distribuzione automatica made in Friuli
La storia di Gruppo Illiria è quella di tante piccole imprese locali che si fondono per affrontare le sfide di un mercato sempre più competitivo come quello della distribuzione automatica. Tutto ha inizio negli anni '80 in Friuli-Venezia Giulia, precisamente a Udine. Qui Coca-Cola aveva aperto una decina di anni prima uno stabilimento di produzione di macchinette per vendere le bibite. Quando l'azienda americana decide di chiudere l'attività nella zona, la disgrega in tante piccole realtà e dà la possibilità ai dipendenti di comprarle e diventare degli imprenditori. Tra questi c'è Silvano Toniutti, che fonda così Friul Matic. Nel corso degli anni la società riesce a imporsi sul territorio regionale e dopo numerose acquisizioni dà vita al Gruppo Illiria, un'azienda strutturata e pronta ad affrontare le sfide del mercato del futuro.
Saima: varchi, porte e tornelli made in Arezzo
Ad Arezzo "Saima" iniziò con la produzione di aratri. Erano gli anni 70 e le cose non andavano troppe bene. Di qui l'iniziativa dell'amministratore delegato e di due altri dirigenti di rilevare l'azienda e specializzarsi su altri settori. Tre famiglie insieme, una scommessa vincente. Oggi "Saima" è un marchio noto in tutto il mondo per varchi di sicurezza, porte e tornelli. Parallelamente l'azienda produce cabine di verniciatura per le auto. A raccontarci questa storia è Gabriele Moretti, esponente della seconda generazione di imprenditori.
Dalle biciclette alla distribuzione automatica: la storia del marchio Bianchi
Chiunque sia appassionato di ciclismo, non può non conoscere il marchio Bianchi. Protagoniste di tanti successi sportivi, soprattutto grazie alle gesta di Felice Gimondi, le biciclette della storica azienda milanese hanno scritto pagine indelebili dello sport italiano. Proprio dalla passione per le due ruote nasce la storia che vi raccontiamo oggi. Tutto comincia negli anni ‘70, quando Angelo Trapletti, imprenditore bergamasco, acquista prima l'azienda Bianchi e poi la Nuova Bianchi, società che si occupa della produzione di distributori automatici, riunendo le due realtà sotto un unico marchio. Dopo varie vicissitudini, che portano la famiglia Trapletti a vendere l'azienda e poi a riacquistarla, oggi Bianchi Vending è uno dei leader del mercato della distribuzione automatica.
Metelli, l'automotive parla bresciano
Oggi Metelli è un gruppo noto a livello mondiale nel mondo dell'automotive. Negli Anni Sessanta era solo una piccola officina di provincia, a Cologne, nel bresciano. La gamma di prodotti per la componentistica e l'aftermarket è ampia. Prodotti che vengono esportati in quasi 90 paesi, praticamente in ogni continente. E' un tipico esempio dell'impresa profondamente legata alle proprie origini, famigliari e territoriali. Il racconto di Sergio Metelli, figlio del fondatore Luigi e attuale amministratore delegato del gruppo.
Sfidare il mondo con un gelato: la storia di Pregel
Passione, sacrificio e creatività. Questi sono i tre ingredienti della storia di Luciano Rabboni e della sua Pregel, azienda di produzione di semilavorati per dolci e gelati. Grazie alla creatività del fondatore, alla freschezza dei suoi prodotti e a una forte vocazione internazionale, Pregel si è affermata in tutto il mondo e oggi è uno dei punti di riferimento del mercato della gelateria
Thermorossi, stufe a legna dal Nord Est
Tecnologia, capitale umano, attenzione al prodotto e al cliente. Ingredienti tipici di una storia di impresa italiana, come quella che si racconta in questa puntata. È la trama di vita e di lavoro della famiglia Rossi e di un marchio, Thermorossi, noto nel mondo del riscaldamento a legno e a pellet. L'avventura partì più di mezzo secolo fa, era il 1968, per un'intuizione sbocciata in seguito ad una casualità. Da Arsiero, in provincia di Vicenza, il racconto di Fabio Rossi, esponente della terza generazione di imprenditori. Con i due fratelli è alla guida dell'azienda.
Palazzetti, le stufe accese da un'intuizione
Iniziò tutto un po' per caso: costruire un caminetto per cuocere la carne. E oggi Palazzetti è un marchio ben noto nel settore del riscaldamento a biomasse. Una storia che arriva dall'intraprendente Nord-Est, per la precisione da Porcia, in provincia di Pordenone. Oggi l'azienda produce stufe e caminetti iper-tecnologici apprezzati in tutta Europa. D'altronde anche in questo comparto il "made in Italy" ha una forza prorompente. A raccontarci questa storia sono Ruben Palazzetti, presidente dell'azienda, e il figlio Marco Palazzetti, che con la sorella Chiara, rappresenta la terza generazione.
Mulino Caputo, una storia d'amore per la farina
A seguire il cuore non si sbaglia mai. Lo sanno bene Carmine e Pasquale Caputo, due fratelli di Capua, in provincia di Caserta. Emigrati negli Stati Uniti all'inizio del ‘900 per inseguire il cosiddetto sogno americano, negli anni '20 tornano a casa per amore. Dopo essersi sposati, proprio nella loro città natale fondano Mulino Caputo. Grazie all'innovazione continua nei processi di trasformazione e alla grande passione per la materia prima e per il territorio campano, dopo oltre un secolo di attività oggi la sua farina di grano tenero è un'eccellenza del Made in Italy riconosciuta in tutto il mondo.
Mazzei, Chianti Classico dal 1300
Dal Medioevo al Terzo Millennio. È una storia infinita e carica di suggestioni. Protagonista l'azienda vinicola Mazzei con sede a Castellina in Chianti, in provincia di Siena. Produce il Chianti Classico che esporta in 60 paesi nel segno di un'eccellenza tipica del made in Italy, una caratterizzazione apprezzata e ricercata dai palati di tutto il mondo. A ripercorrere questa lunghissima trama di vita e di famiglia è Filippo Mazzei, attuale amministratore delegato.
Ritmonio, valvole e rubinetti rigorosamente made in Italy
Da un'officina di paese ad un'industria che esporta in tutto il mondo. È la storia della famiglia Ritmonio e dell'omonima azienda specializzata nella produzione di valvole di sicurezza per scaldacqua elettrici e nella progettazione di rubinetterie e accessori per il bagno. Un'avventura imprenditoriale sbocciata e proseguita in provincia di Vercelli. L'attuale sede è a Varallo. A ripercorrere questa trama di vita e di lavoro è Luca Ritmonio, attuale amministratore delegato dell'azienda e rappresentante della terza generazione di imprenditori.
Bollicine e grappa nel mondo: le intuizioni di Sandro Bottega
Il prosecco e le grappe nelle bottiglie ricercate di Sandro Bottega sono di casa nei duty free e nei traveller shop di tutto il mondo. Dal padre quando aveva 19 anni ha ereditato una distilleria e in meno di quarant'anni l'ha trasformata in un'azienda che esporta in 150 Paesi con un 230 addetti e un fatturato di 66 milioni di euro. Punti di forza: le varietà dalle produzioni: dal prosecco al limoncello, dalla grappa all'amatone, il packaging in bottiglie ricercate e i Prosecco bar negli aeroporti di tutto il mondo.
Botter, vini italiani su 58 mercati
Da Fossalta di Piave, un paese in provincia di Venezia, alla conquista del mondo. È la storia della famiglia Botter, una trama di vita e di lavoro iniziata nel 1928: commercianti e produttori di vino. Oggi le loro bottiglie sono presenti su 58 mercati nel mondo. Nel tempo il fatturato è cresciuto grazie a strategie aziendali vincenti e alla forza della qualità e della varietà dei vitigni. A ripercorrere questa storia è Annalisa Botter che con il fratello e il cugino oggi è alla guida dell'azienda.
"Omas", dalle fisarmoniche ai robot
Più di 50 anni, era il 1966, iniziava l'avventura imprenditoriale della famiglia Grilli e di "Omas". Succedeva a Numana, Riviera del Conero, Marche. Partita come una piccola fabbrica di carpenteria inserita nel distretto degli strumenti musicali (fisarmoniche in particolare) di Castelfidardo, via via è diventata un'ultra tecnologica azienda metalmeccanica al servizio delle multinazionali. Oggi nello stabilimento di "Omas" lavorano uomini, donne e tanti robot. Il racconto del figlio del fondatore e attuale amministratore delegato, Marco Grilli.

I commenti sono chiusi.