Bestiario politico


Tags (categorie): Notizie, Politica, Società, Filosofia
[ Aggiungi la tua categoria (tag) ]

di Gianluca Briguglia

I territori della politica sono spesso oscuri e misteriosi, messi alla prova da pulsioni antisociali ambigue e ambivalenti: paura, ambizione, violenza. Ma quei territori sono gli stessi in cui si radicano e crescono anche il desiderio di libertà, l'aiuto reciproco, la messa in comune delle esperienze, la ricerca di un bene comune.
In questa serie si parlerà di politica, ma in modo diverso dal solito: verranno raccontati idee e pensieri di un passato remoto, Medioevo e Rinascimento, che ha dato corpo a paure e speranze, alternando il racconto delle idee di personaggi realmente esistiti, che con il loro pensiero e la loro azione hanno cambiato il modo di vedere la politica, a quello di figure immaginarie, nate per rappresentare incertezze ma anche soluzioni rispetto ai problemi dell'epoca.
Le idee e i "mostri" di questo "bestiario politico" appartengono certamente a un mondo lontano, ma sono ancora in grado di sussurrarci dubbi e inquietudini, aperture inaspettate e intuizioni geniali rispetto al mondo in cui viviamo oggi.
Autore: storielibere.fm
Ultimo episodio: 26/03/21 7:30
Aggiornamento: 24/09/22 19:09 (Aggiorna adesso)
Ep. 12 | Marsilio da Padova
Marsilio da Padova, medico e professore di medicina all’università di Parigi, da molti considerato il più grande pensatore politico medievale, attraverso idee ardite e pericolose che descrive nel suo libro Il Difensore della pace, riesce a sconvolgere gli equilibri di un impero, senza fermarsi di fronte alle accuse di eresia e la scomunica del papa.
Gianluca Briguglia ci racconta la sua storia nell’episodio che chiude la seconda stagione di Bestiario Politico.
Ep. 11 | 1518. L’epidemia del ballo
A Strasburgo, nel 1518, un giorno una donna, forse una certa Frau Troppea, comincia a ballare e presto in molti la seguono, danzano in modo frenetico, a volte accompagnandosi con flauti e tamburi, senza sosta, di giorno e di notte.
In città ci si interroga sulle cause, vengono attuate misure contenitive, ci si chiede se sia una forma di avvelenamento, oppure un fenomeno di isteria collettiva.
Che cosa è stato?
Gianluca Briguglia nel nuovo episodio di Bestiario Politico ci racconta questo curioso evento aiutandosi con le fonti dell’epoca e riflettendo sul significato di quell’accaduto così strano e imprevedibile in un periodo di fiducia e grandi speranze per il futuro.
Ep. 10 | Ildegarda
Ildegarda di Bingen all’età di cinque anni scopre per la prima volta di vedere in modo diverso, di avere cioè delle visioni.
Quelle visioni l’accompagnano per tutta la vita. Il suo percorso di crescita spirituale comincia all’età di otto anni quando viene affidata al monastero benedettino di Disibodenberg e alla guida dei monaci Jutta di Sponheim e Volmar.
La giovane è dotata, tanto che alla morte di Jutta la guida del monastero femminile viene affidata a lei.
Le visioni continuano e Ildegarda ne parla con Volmar, suo direttore spirituale, che le consiglia di metterle per iscritto.
Ma ben presto Ildegarda comprende che la sua missione è quella di rivelarle al mondo, di essere cioè profetessa, che vede, capisce e comunica agli altri.
Nel decimo episodio di Bestiario Politico Gianluca Briguglia ci racconta la sua storia.
Ep. 09 | Brunetto Latini
Bisogna costruire la politica come una pedagogia, come uno studio, come una cultura. Fare e riflettere. Perché se non c’è riflessione, nessuna azione politica guarda al futuro, nessun atto di potere apre spazi. È su questo che riflette Brunetto Latini durante l’esilio in Francia, dove è costretto a restare per sei lunghi anni a causa della vittoria dei ghibellini a Montaperti nel 1260.
In quegli anni, mentre l’Italia affronta tempi duri, Brunetto Latini non si perde d’animo, continua la sua attività notarile, traduce il De Inventione e scrive la sua opera più famosa, il Tresor.
In questo modo, colui che è conosciuto soprattutto per essere stato il maestro di Dante, molti anni prima che il poeta nascesse, con concretezza e pragmatismo, educa tutta una generazione alla politica.
Ep. 8 | Dante
Nel 2021 saranno 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.
In vista della ricorrenza Gianluca Briguglia, nell’ottavo episodio di Bestiario Politico, ripercorre alcune delle idee che Dante aveva pensato per sé e per i suoi contemporanei, facendolo scendere dal piedistallo delle statue ottocentesche che lo raffigurano accigliato, austero e severo.
Si torna a un Dante bambino, il Dante della Vita Nova, dell’amore per Beatrice, e quello per Filosofia che lo spinge a scrivere il Convivio, fino alle motivazioni che lo portano a interrompere l’opera per dedicarsi alla Divina Commedia.
Ep. 7 | La peste
La seconda stagione di Bestiario Politico comincia parlando di peste, di epidemia, di contagio. Si poteva iniziare diversamente?
Gianluca Briguglia ci parla delle pesti del passato che hanno lasciato il segno e sono state raccontate, come la peste nera del 1348 e quella del Manzoni.
La memoria di queste epidemie conduce a riflettere sul significato del termine “pestifero” e sui rimedi adottati per contenere il contagio nel Medioevo e oggi, nella situazione drammatica in cui ci troviamo.
Ep. 06 | Adamo ed Eva
di Gianluca Briguglia

Nel paradiso terrestre Adamo ed Eva avevano vissuto in uno stato umano diverso dal nostro, perché non erano soggetti alla malattia, all’ignoranza, al disordine delle passioni e neppure alla morte. Eppure, sono caduti, per disobbedienza. Che cosa è successo dopo? Lo spiega sant’Agostino, che è il primo a chiamare quell’evento “peccato originale” Agostino dice: “In cambio della disubbidienza” – perché appunto Adamo ed Eva hanno disobbedito all’ordine di non mangiare la mela- “fu data soltanto la disubbidienza”. Che cosa vuol dire? Vuol dire che la conseguenza del peccato originale, fu “la disobbedienza di se stesso contro se stesso”. Nel sesto episodio di Bestiario politico, l’ultimo della prima stagione, Gianluca Briguglia ci racconta di ciò che sta all’inizio e dell’origine del peccato.
Ep. 05 | Christine de Pizan
di Gianluca Briguglia

Christine de Pizan nasce a Venezia nel 1365, da una famiglia bolognese. E quando lei ha solo quattro anni si trasferiscono tutti in Francia. E non in un posto qualunque, bensì alla corte del re, a Parigi. Il papà le faceva leggere tanti libri (la mamma non era d’accordissimo, per dir la verità) e a Parigi il re aveva una delle più belle e importanti biblioteche d’Europa, a cui loro avevano accesso. Christine era stata istruita, sapeva leggere ed era anzi incoraggiata a leggere e a studiare. Forse lo sognava già, da bambina, ma non poteva ancora sapere che da grande avrebbe fatto proprio quel mestiere, leggere e scrivere libri. Nel quinto episodio di Bestiario Politico scopriamo la storia di Cristine de Pizan, una donna scrittrice, una donna medievale, una donna controcorrente.
Ep. 04 | I Giganti
di Gianluca Briguglia

La politica, il potere, l’autorità, i rapporti di dominio, di qualsiasi tipo siano.
Non c’è in tutto questo, nella natura di questi fenomeni, qualcosa di sproporzionato, di smisurato, di eccessivo?
In questo episodio parliamo, letteralmente, di giganti: essi popolano l’immaginario della nostra civiltà da millenni, dai Titani a Polifemo, da Golia a Gargantua e Pantagruel, da Gulliver al Leviatano, da Nimrod a Morgante.
Bestiario Politico | Bonus Track
di Gianluca Briguglia

Un episodio speciale di Bestiario Politico realizzato durante il Premio Subito di Gressoney: “Come si scrive a voce un Bestiario Politico (in tempi di crisi politica)", che ha visto dialogare Gianluca Briguglia, professore di Storia delle dottrine politiche presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, con Daniele Bellasio – responsabile comunicazione Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e tra i fondatori del Premio Subito.
Ep. 03 | I Cinocefali
di Gianluca Briguglia

Non si può pensare la politica, il potere, la vita comune, soltanto con una fila di ragionamenti e di argomentazioni. Non c’è solo astrazione, calcolo, logica.
Esistono anche immagini che indicano direzioni, paure che prendono forma, racconti che assomigliano a favole ma che sfondano il perimetro del possibile e del reale.
La storia che raccontiamo oggi è magnifica e appartiene a mondi che non ci sono più, ma ai quali siamo appartenuti, che hanno generato il nostro, e che ancora ci sussurrano che la realtà è più ampia di quanto pensiamo.
È la storia dei cinocefali, esseri dal corpo umano ma dal volto di cane, come il loro stesso nome indica in greco.
Ep. 02 | Niccolò Machiavelli - seconda parte
di Gianluca Briguglia

"Se un principe vuole durare, è necessario che impari a non essere buono, per poi servirsi o meno di questa possibilità, a seconda della necessità”: continua il viaggio attraverso la vita e il pensiero di Niccolò Machiavelli, che con le sue opere influenza ancora oggi la nostra società e la nostra idea di politica.
Ep. 01 | Niccolò Machiavelli - prima parte
di Gianluca Briguglia

Machiavelli è il nome del potere, è l’incarnazione del male politico, dell’inganno, dell’assenza di scrupoli. Machiavelli è il lato oscuro, diabolico, della politica, il fine che giustifica i mezzi, ogni mezzo.
Ma Machiavelli non è solo questo: scopriamo insieme la sua incredibile storia, e come essa abbia influito sul nostro pensiero, in questo episodio di Bestiario Politico.
Trailer | Bestiario politico
Dal 28 giugno Gianluca Briguglia racconta personaggi - realmente esistiti o vissuti solo nella fantasia umana - che hanno influenzato il mondo della politica, dal Rinascimento fino ai giorni nostri: da Machiavelli a Christine de Pizan, dai cinocefali ai giganti, passando persino per Adamo ed Eva. Iscriviti per essere informato sull'uscita dei nuovi episodi

I commenti sono chiusi.